maltrattamenti

Famiglia sotto scacco del figlio instabile, arrestato un 28 enne di Latina

Prova a strangolare una zia, ferisce con un forcone il padre. Indagini sulla morte recente della nonna

LATINA – E’ accusato del tentato omicidio dell’anziana zia e di maltrattamenti nei confronti dei familiari. Oggi, su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Giuseppe Cario del Tribunale di Latina su richiesta del pm Giuseppe Miliano della Procura della Repubblica, i carabinieri hanno arrestato un ragazzo di 28 anni di Latina che il 3 agosto ha aggredito di notte mentre dormiva la zia di 85 anni  che vive nella casa di famiglia: ha cercato di strangolarla nel sonno. Svegliatasi mentre il ragazzo le stringeva le mani al collo, la donna era riuscita a divincolarsi e a chiedere aiuto, riuscendo a salvarsi.

Le indagini, scattate dopo la denuncia della signora che ha raccontato di ripetute aggressioni, e di un clima di terrore che si viveva in una casa alle porte del capoluogo,  hanno fatto emergere una storia di violenze familiari continue, oltre alla recente morte della nonna del ragazzo avvenuta a luglio per cause ancora da chiarire, e di alcuni animali di famiglia. Storie su cui i carabinieri stanno svolgendo approfondimenti.  Tra i fatti già documentati, invece, il ferimento del padre con un forcone avvenuto in estate dopo una lite banale. E in un’escalation, il tentativo di colpire con un coltello la madre, salvata dall’intervento dell’altro figlio. Sono solo i fatti più eclatanti di una serie.

Il giovane, che seguiva un percorso di riabilitazione psichiatrica evidentemente con scarso successo,  è ora rinchiuso nel carcere di Via Aspromonte, disposto anche a tutela dei familiari, mentre le indagini dei carabinieri della Stazione di Latina guidati dal Maggiore Carlo Maria Segreto proseguono per chiarire anche le circostanze del decesso dell’anziana nonna.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto