intervista ad Antonella Ponsillo

Gli alberi, cittadini di Ninfa. Chi li scelse e perché

di e con Licia Pastore

LATINA – E’ il primo di tre volumi dedicati alle specie vegetali del Giardino di Ninfa e racconta gli alberi. verranno poi le rose e gli arbusti. “Per la prima volta viene compiuta una analisi ad altissima approssimazione delle specie vegetali presenti in uno degli habitat più prestigiosi del mondo”, spiegano dalla Fondazione Caetani. Il compito è stato affidato ad Antonella Ponsillo che conosce e frequenta il Giardino di Ninfa come amante della Natura e come studiosa dal 1978, quando lo visitò per la prima volta.

Nel volume (stampato su carta riciclata) si trovano origine, aspetto, foglie, fiori, e foto degli alberi ma anche aneddoti, come l’origine geografica, gli utilizzi pratici, la mitologia e riferimenti sulle scelte operate dai membri della Famiglia Caetani che hanno creato e curato il Giardino, da Gelasio Caetani, che piantò i primi alberi, alla madre Ada Wilbraham, alla cognata Marguerite Chapin, alla nipote Lelia, figlia di Roffredo Caetani e ultima giardiniera di Ninfa. Il libro è corredato da una grande mappa del Giardino che individua la collocazione delle singole piante: 54 generi e  186 specie di alberi presenti nel Giardino.

Come racconta a I Nostri Libri l’autrice Antonella Ponsillo al microfono di Licia Pastore

NOSTRI LIBRI 

CHI E’ L’AUTRICE – Antonella Ponsillo è naturalista e docente di Scienze naturali presso il Liceo Scientifico “E. Majorana” di Latina. La laurea in Scienze Naturali è arrivata con una tesi sperimentale sulla classificazione di 300 specie vegetali del Giardino di Ninfa e relativo erbario. Dal 1978 collabora con il censimento e individuazione delle specie vegetali del Giardino di Ninfa.

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto