9 dicembre

Al teatro Fellini di Pontinia la semplicità ingannata

Satira per attrice e pupazze sul lusso d'esser donne

LATINA – Il  sipario del Teatro Fellini di Pontinia si aprirà, il 9 dicembre, alle ore 17.00, per lo spettacolo: “La semplicità ingannata”, satira per attrice e pupazze sul lusso d’esser donne . La rappresentazione teatrale sarà il secondo appuntamento della  stagione di prosa curata da Clemente Pernarella. L’attrice Marta Cuscunà uno dei talenti emergenti della scena contemporanea, con i suoi pupazzi sul palcoscenico, proporrà al pubblico pontino il secondo lavoro della sua trilogia sulla resistenza femminile portando in scena un testo impegnativo ma al tempo stesso tenero, divertente e poetico. “La semplicità ingannata” , componimento teatrale liberamente ispirato alle opere letterarie di Arcangela Tarabotti e alla vicenda delle Clarisse di Udine.

Lo spettacolo pomeridiano avrà luogo alle ore 17.00, a seguire, si terrà l’inaugurazione della mostra fotografica “ In True Sea” di Angelo Giovannetti un talentuoso esordiente. La mostra sarà il secondo appuntamento della rassegna “Scatto Scenico” curata per Romberg da Italo Bergantini per il Teatro Fellini.

<< Sono davvero molte le iniziative previste al Fellini per il mese di dicembre, il Teatro sarà praticamente sempre aperto tra le attività istituzionali e gli “Hosted events>> – sottolinea Pernarella – << Siamo felicissimi per questa partenza, tutto sta andando per il meglio, la campagna abbonamenti ha superato le aspettative e anche l’iniziativa “ il biglietto sospeso” è stata accolta in maniera estremamente benevola dal pubblico. Come sempre, non pensiamo di essere arrivati, anzi,abbiamo in serbo molte sorprese per questo mese e per le festività Natalizie>>

Assistente alla regia:
Marco Rogante

Disegno luci: Claudio “Poldo” Parrino
Disegno del suono: Alessandro Sdrigotti
Tecnica di palco, delle luci e del suono: Marco Rogante e Alessandro Sdrigotti
Costumi: Antonella Guglielmi
Co-produzione: Centrale Fies, Operaestate Festival Veneto

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto