nuovo consiglio dopo la rinnovazione del voto

Cisterna, Carturan giura e spiega: “Non si può pensare che da domani inizi il cambiamento”

In giunta Campoli, Ceri, Papacci, mancano le donne

CISTERNA –  Si è riunito oggi per la prima volta dopo le elezioni del 6 gennaio per la rinnovazione del voto in 4 sezioni, il nuovo Consiglio comunale di Cisterna ridisegnato in parte dalla consultazione con l’ingresso di Michele Mastroianni e Simonetta Antenucci (già assessore). Dopo le operazioni preliminari di conferma degli eletti, la seduta è stata sospesa per 30 minuti su richiesta dal Sindaco per un ultimo confronto con la maggioranza.
Eletto Presidente del Consiglio comunale Pier Luigi Di Cori, Marco Squicquaro Vice Presidente Vicario e Marco Capuzzo Vice Presidente.
LE PRIME PAROLE DEL SINDACO – “Non si può pensare che da domani inizia il cambiamento della città”, ha detto il sindaco Mauro Carturan  che per la prima seduta ha indossato la fascia tricolore e tenuto il suo discorso nel quale ha sottolineato come il grande consenso elettorale lo carichi di responsabilità e che la mancata predisposizione del bilancio renderà impossibile effettuare interventi in città fino al prossimo giugno, mentre per quelli più importanti occorrerà almeno un anno. Poi, l’appello all’opposizione: “Spero che la campagna elettorale sia finita e che l’attività amministrativa sia supportata da tutta la maggioranza ma anche dall’opposizione. La città ha bisogno di tutti e lavorerò con umiltà se mi si darà la possibilità”.
LA GIUNTA – Dopo il benvenuto ai nuovi consiglieri, il Primo Cittadino ha fatto gli auguri di buon lavoro a tutti i membri dell’assise e presentato la nuova giunta composta da Renato Campoli, Alberto Ceri e Claudio Papacci che per il momento non hanno deleghe. Una giunta  a metà e senza quote rosa:“Intendo lavorare per un periodo con questa giunta in attesa di nominativi di donne e di eletti in Consiglio in quanto scelti dal popolo”, si è giustificato il primo cittadino.

Sono seguiti gli interventi di Capuzzo, Sarracino, Del Prete, Santilli, Cece, Melchionna, Leoni e Mazzoli, tutti incentrati sulla necessità di agire nell’interesse della città, mentre l’opposizione si è dichiarata disponibile alle proposte della maggioranza in cambio di un confronto che non si limiti ad una semplice presa d’atto.
Innamorato ha sollecitato in particolare la costituzione delle commissioni consiliari e il nodo della gestione dei rifiuti.
E’ seguita la nomina per la Commissione elettorale che ha riconfermato Marco Squicquaro, Fabiola Ferraiuolo e Gianluca Del Prete quali membri effettivi, e Massimiliano Leoni, Carlo Cavazzina e Gerardo Melchionna quali supplenti.
Ha concluso la seduta la nomina di Elio Sarracino e Mauro Contarino quali componenti della commissione comunale per la formazione degli elenchi dei Giudici popolari.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto