la reazione

Lbc, Tassi, Antoci e Di Trento fuori dalla maggioranza: “Si apre una nuova fase di Governo con il contributo di tutti”

Dopo una giornata convulsa, la nota del segretario Giri e del capogruppo Bellini

LATINA – Arriva dopo una giornata convulsa, vissuta male da molti, un po’ meglio da altri, la prima reazione alla decisione dei tre consiglieri di Latina Bene Comune, Olivier Tassi, Salvatore Antoci e Massimo Di Trento, di lasciare il gruppo per confluire (probabilmente) nel gruppo misto. “Siamo consapevoli della nostra natura civica composta da diverse sensibilità, che necessitano di mediazione, confronto e sintesi costanti”, scrivono scegliendo una linea molto politically correct, il segretario del Movimento Francesco Giri e il capogruppo in Consiglio Comunale, Dario Bellini.  L’operazione di fare dei vice-capigruppo non è bastata e oggi c’è  delusione per la comunicazione da parte degli ex, arrivata a decisione già presa, e senza apparenti motivazioni politiche, almeno non emerse dalla riunione fiume del gruppo terminata quando era notte.

Malumore sì, ma il Movimento non vuole lo scontro e pesa le parole, richiamando  sia pure velatamente, l’impegno preso da tutti i candidati prima delle elezioni : “La modalità di interpretazione del ruolo di consigliere comunale può essere letta con differenti modalità – continua la nota di Lbc –  Ad oggi non emerge una visione politica altra rispetto a quella espressa da Latina Bene Comune. È chiaro che si stia aprendo una nuova fase di governo ed aspettiamo il contributo costruttivo di tutti, nessuno escluso, nella convinzione che non riemergeranno le vecchie dinamiche di coalizione che da sempre Lbc nel suo insieme ha rigettato”.

Si è aperta una breccia e il cammino d’ora in poi sarà di certo più difficile, ma chissà che la fine della ambigua maggio-minoranza non si dimostri un bene .

1 Commento

1 Commento

  1. Roby

    18 Gennaio 2019 alle 9:14

    Strano, con tutti i “consensi “dei quali godeva la maggioranza di riccioli d’argento(almeno così diceva lui), ingrati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto