in commissione ambiente

Parco del Circeo, bocciata la nomina a presidente del generale Ricciardi

Il ministro Costa: "No ai diktat dei partiti"

LATINA – Divide la nomina del nuovo presidente del Parco del Circeo, successore del direttore generale del Wwf, Gaetano Benedetto arrivato alla scadenza del suo secondo mandato. Il Governo è stato battuto  in commissione Ambiente dove si votava la proposta del ministro Sergio  Costa che aveva indicato  il nome del generale di Corpo D’Armata dei Carabinieri, Antonio Ricciardi. La Lega infatti ha votato contro, allineandosi alle posizioni di FI e FdI.

“Non accetteremo diktat e respingeremo i tentativi di far nominare persone non adeguate a questo ruolo così importante e delicato. Stiamo avviando un confronto positivo con le regioni, con le quali firmare l’intesa, le realtà territoriali, le comunità locali, gli ambientalisti. I parchi sono da tutelare e proteggere e sono un patrimonio essenziale per tutto il paese”, ha detto il ministro all’Ambiente.

“Il centrodestra non ha condiviso il metodo della scelta del nuovo presidente del Parco. Sono state evidenti le divergenze all’interno del governo e noi di Forza Italia abbiamo contribuito a farle emergere con assoluta chiarezza”, è il commento della forzista  Virginia Tiraboschi. “Nonostante l’indiscutibile profilo del candidato, ancora una volta la maggioranza si conferma spaccata su tutto. È ormai evidente che ogni qualvolta si tratta di definire una linea politica su temi delicati come l’ambiente e lo sviluppo, la maggioranza non regge”, è il parere di Andrea Ferrazzi, capogruppo del Pd in commissione.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto