le foto

Pontina, voragine dissequestrata, la Procura di Latina dà il via libera ai lavori

Il provvedimento notificato dalla polizia stradale all'Astral, ma dal 14 la competenza tornerà all'Anas

LATINA – La Procura della Repubblica di Latina ha dissequestrato l’area della voragine sulla Pontina a Terracina. Il provvedimento firmato dal Procuratore Carlo Lasperanza, notificato dalla polizia stradale titolare delle indagini, all’Astral, l’azienda per le strade del Lazio che ha la competenza sulla Pontina, dà in sostanza il via libera ai lavori che dovranno essere eseguiti per il ripristino del tratto sprofondato domenica 25 novembre intorno alle 6,30 del mattino, mentre passava l’auto dell’imprenditore di Terracina Valter Donà. Il corpo dell’uomo non è mai stato trovato e nei prossimi giorni riprenderanno le ricerche.

Intanto va avanti l’inchiesta dei magistrati di Via Ezio che hanno nominato quattro periti che nei giorni scorsi hanno effettuato sopralluoghi e sondaggi nell’area del disastro. Saranno loro a dover individuare i motivi del crollo dai quali dipendono anche le responsabilità.

Ancora non è chiaro invece come si procederà per l’avvio dei lavori, probabilmente utilizzando il “protocollo Genova” che ha permesso di accorciare i lunghi tempi di una normale procedura d’appalto,  fissando però una serie di garanzie. Ed è anche possibile che non sia l’Astral ad avviare l’iter, ma l’Anas cui passerà la competenza del tratto già a partire dalla prossima settimana.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto