30 marzo

Le donne di Latina si mobilitano contro il Congress of Family di Verona

Diretta Fb dal Centro Donna Lilith per essere vicine al corteo di Non Una di Meno

LATINA – “Indietro non si torna!”. Soprattutto se in ballo ci sono i diritti delle persone. Con questo slogan anche le donne di Latina sosterranno il corteo organizzato da Non Una di meno per dare voce al loro dissenso verso il prossimo World Congress of Family di Verona. Sono le donne del collettivo Non Una Di Meno Latina, in collaborazione con il Centro Donna Lilith di Latina,  Arcigay Latina – Seicomesei e Chiesa Pastafariana Italiana sezione dell’Agro Pontino, che organizzeranno  una diretta Facebook per raccontare quello che succederà a Verona.

“Si tenta di liquidare  questa iniziativa come femminista, qui parliamo invece dei diritti di tutti anche degli uomini, diritti conquistati che non possono essere messi in discussione”, spiega Rossana Carturan del collettivo Non Una di Meno Latina che si batte contro la violenza sulle donne.

L’appuntamento in città è per sabato 30 marzo alle 14.30 presso la nuova sede del centro Donna Lilith in via Fratelli Bandiera 34 e l’invito a partecipare  è rivolto a tutti: “Donne e uomini, e non solo a quelli di una certa parte politica: a enti e associazioni che vogliano essere al fianco di tutte le manifestanti e tutti i  manifestanti che sfileranno a Verona per dire che: una  famiglia può avere qualsiasi colore e può essere di qualsiasi  genere; che solo dove c’è violenza e subalternità non c’è famiglia. La famiglia  – aggiunge Carturan – è il luogo della responsabilità e dell’ascolto, della solidarietà e della condivisione, è il luogo dove si impara ad essere libere e liberi. Quello che sta accadendo è gravissimo e riguarda diritti acquisiti da anni”.

Ascolta Rossana Carturan

1 Commento

1 Commento

  1. Pierluigi Manetti

    Pierluigi Manetti

    27 Marzo 2019 alle 6:42

    Vergogna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto