31 marzo

Passeggiata in Semprevisa per Nardi, ad ogni partecipante un sacchetto per raccogliere rifiuti

Gli amici dell'alpinista: "Il miglior modo per diffondere il suo messaggio"

SEZZE – La Semprevisa dovrà essere lasciata più pulita di come la si sarà trovata in partenza. Parola di organizzatori. Sarà una passeggiata in pieno spirito ecologista quella che domenica 31 marzo onorerà la memoria di Daniele Nardi, l’alpinista di Sezze scomparso sul Nanga Parbat, appassionato custode della natura oltre che coraggioso esploratore. L’invasione attesa sui due percorsi individuati, uno per esperti di trekking e l’altro accessibile a tutti coloro che abbiano voglia di fare una bella e lunga passeggiata fino in vetta, non dovrà avere impatto negativo sull’ambiente. Anzi.

“Per questo, all’inizio del percorso escursionistico verso il luogo dove si svolgerà la cerimonia in sua memoria, ogni partecipante riceverà un sacchetto biodegradabile, per poter raccogliere qualsiasi rifiuto che si trovi abbandonato lungo il sentiero, e riportarlo poi a valle”, spiega il metereologo di Geo & Geo, Filippo Thiery. amico di Nardi al quale l’alpinista aveva affidato le previsioni meteo nell’ultima spedizione. “In questo modo, questa giornata alla quale arriveranno tantissime persone da tutta Italia, per ricordare e salutare Daniele, avrà  – aggiunge Thiery – non solo un’impronta zero sull’ambiente, ma anzi, nel prendere in consegna la montagna per qualche ora, la restituirà più bella e più pulita di come l’avrà trovata. Il miglior modo di raccogliere il messaggio del nostro amico, una buona regola da tenere a mente e mettere in pratica sempre, in qualsiasi passeggiata, escursione o via alpinistica che ci capiti di fare, a partire da questa”.

LA NUOVA VIA ORA SONO I LEPINI  – Sarà  – speriamo  – anche il punto di partenza di un percorso di sviluppo di questa porzione di territorio pontino. Una “via nuova”, quella che Daniele Nardi, quando era vivo, non ha potuto vedere compiuta nonostante l’impegno profuso, ma che aveva immaginato e sognato: la valorizzazione dei Lepini e del loro patrimonio di storia, cultura e natura. Solo così la sua scomparsa troverà un senso anche per i tanti che lo hanno seguito nelle sue imprese umane e sportive.

IL PROGRAMMA –

Ritrovo alle ore 8.00 presso il Prato di Valle del Principe, Bassiano LT (incrocio tra via Semprevisa e via Sezze), dove sarà possibile parcheggiare le automobili e ricevere sacchetti biodegradabili per raccogliere i rifiuti abbandonati lungo il sentiero e lo stradone.
Da qui, si potrà scegliere di raggiungere il monte Semprevisa autonomamente o con l’ausilio di gruppi guidati (si può fare riferimento in questo senso all’evento “Il Sentiero Nardi”,https://www.facebook.com/ events/2466397160071957/, organizzato dall’associazione GoTrekk, o contattare Gianni 3480034055 o Daniele 3337379998).
Dal punto di partenza, sarà comunque a disposizione un servizio navetta fino al Rifugio Liberamonte (quota 1000 mt.), dedicato a disabili o a persone con serie problematiche deambulatorie, mamme con bambini in carrozzina e anziani.
Ritrovo alle ore 11.30 per la cerimonia istituzionale e lo svelamento della targa in ricordo di Daniele sulla vetta, il cui iter per l’intitolazione terminerà nei mesi a venire, e, alle ore 13.00, avrà luogo la commemorazione presso Campo Rosello (quota 1100 mt.).
Tutti sono invitati a munirsi di pranzo al sacco, acqua (almeno 1 litro e mezzo) e di un abbigliamento adeguato (scarpe da trekking, pantaloni comodi, k-way, maglietta di ricambio).
Si raccomanda un comportamento rispettoso per la natura e per gli altri e di lasciare la montagna migliore di come è stata trovata.

Per info: 3496595363 Chiara

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto