la nota

Provinciali a Latina, bilancio positivo per Fratelli D’Italia. L’analisi di Tiero

"E ora puntiamo a prendere il 17% anche alle Europee"

LATINA – Le elezioni provinciali hanno definito da qualche giorno il nuovo Consiglio, con nuove forze in campo e nuovi equilibri da trovare. “Bilancio positivo per Fratelli D’Italia” secondo  il vice portavoce regionale Enrico Tiero, il cui partito potrà contare su due consiglieri. “E’ la prima volta che Fratelli d’Italia presenta alle elezioni provinciali una propria lista e raddoppia la sua rappresentanza passando così da uno a due consiglieri, e per pochi decimali non è scattato il terzo….  una rappresentanza solida in consiglio che ci porta ad essere la prima Provincia a livello nazionale”. Il ringraziamento va al sindaco di Cisterna Mauro Carturan e a tutta la sua squadra, ma anche a tutti gli altri canditati “a partire dall’amico Tomei (votato da 19 consiglieri comunali, candidatura fortemente sponsorizzata dal nostro senatore e Portavoce provinciale Calandrini  e dall’amico sindaco di Terracina Procaccini) il quale per una manciata di voti non ce l’ha fatto ad essere eletto. Faccio inoltre i complimenti per  l’elezione (primo degli eletti e votato da 35 consiglieri comunali) dell’amico di tante sfide politiche Pasquale Cardillo Cupo e naturalmente all’amico Vincenzo La Pegna, (consigliere provinciale uscente) che ringrazio sempre per la sua disponibilità nel fare gioco di squadra”.

PARTE DELL’ACCORDO PRO MEDICI – Tiero rimarca anche che “Fratelli d’Italia è parte integrante dell’accordo istituzionale che vige in Provincia di Latina e che ci ha fatto eleggere a Presidente lo scorso anno l’amico Medici. Adesso però bisogna pensare tutti insieme alla tante cose ancora da fare per la nostra collettività a partire dalle problematiche sulla viabilità, le scuole (a breve partiranno circa 30 cantieri),  l’ambiente, ecc”.

“Fratelli d’Italia  – conclude Tiero – si candida a tramutare il 17% del consenso ottenuto in questa competizione provinciale di secondo livello, ad un minimo 17 % di consensi nelle prossime elezioni europee. E questo che auspichiamo. E’ questo il nostro impegno di sempre a migliorare e a migliorarci.”

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto