politica

Calandrini chiede di ridurre gli obblighi dei Comuni sul conto economico patrimoniale

L'interrogazione è stata presentata al Ministro dell'economia

LATINA – “Il governo intervenga per semplificare gli obblighi per i comuni sotto i 5mila abitanti”. Lo chiede in un’interrogazione al ministro dell’Economia, Giovanni Tria, il senatore di Fratelli d’Italia, Nicola Calandrini. Il testo è stato sottoscritto anche dai senatori Stefano Bertacco, Daniela Garnero Santanchè, Antonio Iannone, Gianpietro Maffoni, Isabella Rauti, Adolfo Urso

“In questo periodo dell’anno – spiega il senatore di FdI – i piccoli Comuni con popolazione inferiore ai 5mila abitanti si trovano nella difficile situazione di dover predisporre il rendiconto economico e patrimoniale, pena sia la nullità del consuntivo sia la possibilità di avere gravi conseguenze che potrebbero portare fino allo scioglimento del Consiglio comunale. Un onere molto gravoso per i Comuni di dimensioni ridotte che possono contare su poche risorse umane. Per questo ritengo sia importante intervenire presto alleggerendo i piccoli Comuni, da questi ulteriori vincoli”.

“Un intervento da parte del governo verrebbe incontro a quanto annunciato in sede di Conferenza Stato-città ed autonomie locali, garantendo sia proroghe agli adempimenti più gravosi e sia affrontando il tema delle more ai Comuni. Tutto ciò anche alla luce delle richieste giunte dall’Anci secondo cui i benefici provenienti da tali adempimenti sono abbastanza esigui” conclude il senatore Calandrini.

L’interrogazione vuole essere una misura con la quale si obbliga il governo a dire ufficialmente come intende intervenire. Non bastano infatti le rassicurazioni circa il fatto che la contabilità economico-patrimoniale dei piccoli comuni verrà rinviata nel decreto crescita attualmente in esame al Senato.

Si tratta del secondo intervento del senatore di FdI a sostegno dei piccoli enti locali. In una precedente interrogazione infatti Calandrini sollecitava il governo ad applicare le “Misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni”, una legge del 2017 di fatto mai applicata.

In provincia di Latina sono 14 i comuni sotto i 5.000 abitanti: Roccagorga, Castelforte, Lenola, Norma, Sperlonga, Ponza, Maenza, Spigno Saturnia, Bassiano, Prossedi, Rocca Massima, Roccasecca dei Volsci, Ventotene e Campodimele.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto