più green

Giardinaggio a emissioni zero nel Giardino di Ninfa

La vicina Findus dona attrezzature elettriche per la manutenzione delle piante

LATINA – Il Giardino di Ninfa – dichiarato Monumento Naturale dalla Regione Lazio nel 2000 – farà  manutenzione ad emissioni zero grazie all’utilizzo di attrezzi elettrici donati dalla Findus, l’azienda che ha sede a Cisterna.

“Da oltre un secolo – commenta Tommaso Agnoni, Presidente della Fondazione Roffredo Caetani ringraziando il partner – il Giardino di Ninfa è praticamente autosufficiente perché produce energia elettrica grazie alla presenza di una centrale installata all’inizio del secolo scorso proprio dalla famiglia Caetani. Il concetto di rispetto per l’ambiente è dunque nella storia di questi luoghi ed è stato tramandato grazie alla costituzione della Fondazione Roffredo Caetani che continua a conservarli e a tramandare il messaggio di salvaguardia e tutela del patrimonio naturale, storico e artistico che ci è stato lasciato”. Tra le regole anche il divieto dell’uso di pesticidi nel Giardino di Ninfa.

“Ci fa molto piacere essere partner di un’eccellenza del nostro territorio – commenta Renato Roca, Direttore Marketing Findus – entrare in contatto con il Giardino di Ninfa ci è venuto naturale vista la nostra vicinanza geografica. Questo è solo un piccolo contributo che si inserisce in un percorso molto più ampio che stiamo portando avanti di attenzione alla sostenibilità, anima della nostra filosofia di Gruppo”. Entro il prossimo anno l’azienda vuole che il 90% dei vegetali usati per i famosi surgelati sia certificato come proveniente da agricoltura sostenibile.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto