Parla il colonnello Gabriele Vitagliano

Omicidio a Cisterna, uccisa con un colpo in testa Elisa Ciotti, era in casa nel quartiere San Valentino. Il marito in caserma ha confessato

Il delitto in Via Palmarola dove sono arrivati i carabinieri, il pm e il medico legale. L'allarme dato dalla figlia di 10 anni

CISTERNA – Omicidio a Cisterna, ha confessato il marito di Elisa Ciotti uccisa questa mattina alle 4 con un colpo in testa. I fatti in un’abitazione di via Palmarola nel quartiere di San Valentino dopo una lite scoppiata alle 4 del mattino, come hanno raccontato anche i vicini di casa della coppia che si stava separando. Quando la figlia di 10 anni, ha dato l’allarme diverse ore più tardi, e sul posto sono arrivati i carabinieri, la giovane, Elisa Ciotti che aveva 36 anni, era già priva di vita, uccisa in maniera cruenta con un colpo in testa.

La piccola di 10 anni quando ha visto quello che era accaduto alla madre ha chiamato un familiare il quale a sua volta ha allertato il 118, che arrivati sul posto hanno chiamato i carabinieri. Poco dopo l’arrivo dei militari Fabio Trabacchin, marito della vittima è tornato nella villetta e i Carabinieri lo hanno condotto in caserma

Sul posto è intervenuto il comandante provinciale dell’Arma Gabriele Vitagliano. Nella casa sono in atto i rilievi per repertare le tracce utili alle indagini.

Elisa Ciotti viene descritta da tutti come una donna tranquilla.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto