la firma

La Provincia sottoscrive il Manifesto di intenti del Contratto del lago di Paola

Il Presidente Carlo Medici: “Strumento utile per salvaguardare il bacino lacustre”

Shares

LATINA – E’ stato sottoscritto nella giornata di ieri a Sabaudia il Manifesto di intenti del Contratto del lago di Paola al quale hanno aderito, oltre all’istituto di Idrobiologia e Acquacoltura ‘Brunelli’ che ne è il soggetto capofila, la Provincia di Latina, il Comune di Sabaudia, l’azienda Vallicola Lago di Paola, Assonautica provinciale, Assonautica acque interne Lazio e Tevere, Circolo Laurus Legambiente di Sabaudia in attesa che confermino la loro adesione i numerosi altri soggetti interessati al progetto.

Il Manifesto, realizzato attraverso un processo di concertazione nell’aprile 2019, intende attivare strategie e politiche condivise di miglioramento della qualità delle acque del bacino lacustre, prevenzione del rischio, protezione del sistema lacuale, valorizzazione delle risorse ambientali e sviluppo locale il tutto attraverso una pianificazione e una programmazione strategia integrata e partecipata.

“Si tratta di un fondamentale strumento di cooperazione programmata tra istituzioni, enti locali, associazioni, soggetti sia pubblici che privati – commenta il presidente della Provincia Carlo Medici – finalizzato ad una gestione il più possibile concertata del lago per intervenire sulla condizione di inquinamento multifattoriale attraverso azioni condivise. Il Manifesto conferisce efficacia al Contratto di Lago e ci consente di concertare gli interventi necessari a raggiungere gli obiettivi individuati nella tutale della risorsa idrica, idrologica e ittica, la gestione del rischio idraulico, la protezione dell’ecosistema lacuale, la valorizzazione del patrimonio ambientale, paesaggistico e culturale, il rilancio delle attività legate alla presenza del lago.  La Provincia – conclude Medici – continua ad essere in prima fila e a supportare tutte quelle iniziative che hanno come finalità lo sviluppo del territorio attraverso modalità di rispetto e valorizzazione dell’ambiente”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto