LE FOTO

Latina, danni sulla spiaggia e al Villaggio Giornalisti. A Sezze fiumi di fango e gente sui tetti delle auto

70 interventi dei vigili del fuoco solo nella notte, squadre al lavoro senza sosta da 24 ore

Si sono vissute ore di grande criticità e anche di paura per alcuni a Latina e provincia per il maltempo delle scorse ore soprattutto nell’area compresa tra Aprilia e Terracina fortemente colpita. Oltre 70 gli interventi seguiti dai vigili del fuoco del Comando Provinciale di Latina soltanto nella notte appena trascorsa ma molti restano da eseguire. Un bilancio di migliaia di chiamate giunte da ogni parte al 115, e come sempre accade in questi momenti, per fronteggiare al meglio la situazione, squadre di vigili del fuoco hanno proseguito senza interruzione il loro lavoro e alcuni sono in turno da 24 ore.

A LATINA  – A Latina i danni maggiori si sono registrati al Lido dove una tromba d’aria ha sradicato diversi alberi e i danni sono evidenti al Villaggio dei Giornalisti dove molte abitazioni hanno subito danni pesanti e l’accesso è ancora difficoltoso, Su tutto il litorale la furia del vento ha colpito duro. Le piante ad alto fusto hanno fatto crollare i muri perimetrali di alcune abitazioni, le strutture più fragili sulla spiaggia sono letteralmente volate via, molti gli infissi delle abitazioni private che non hanno retto alla furia del vento, all’altezza della passeggiata Portoghesi sull’asfalto sono rimasti i resti di un grosso serbatoio per l’acqua utilizzato da uno stabilimento. Con la luce del giorno i danni sono visibili e i residenti si preparano a chiedere lo stato di calamità naturale.

Trauma cranico per il conducente della Y colpita da un albero mentre era ferma al semaforo della circonvallazione all’incrocio con Via Volturno. Sempre per il maltempo un incidente stradale si è verificato questa mattina poco dopo le 7 in Via Gorgolicino dove un’auto per evitare un albero si è capovolta e il conducente è rimasto ferito. Sul posto hanno operato i vigili del fuoco

A SEZZE – E’ Sezze uno dei centri più colpiti dall’ondata di maltempo, si sono registrare situazioni di estrema criticità con una bomba d’acqua che ha causato allagamenti e smottamenti. Ieri sera fiumi d’acqua e fango scorrevano nella zona Zoccolanti e in Via Valle Pazza dove si è concentrata la maggior parte degli interventi dei vigili del fuoco. Alcune persone  sono state soccorse mentre erano salite sui tetti delle auto nel tentativo di sfuggire al fiume di acqua e terra che scorreva verso valle.  Problemi anche per l’elettricità che manca in alcune zone da molte ore.

AD APRILIA – Le scuole resteranno chiuse oggi ad Aprilia come ha disposto il sindaco Antonio Terra a causa degli allagamenti. Allagata anche la Pontina la cui percorribilità sul tratto di Aprilia è stata difficoltosa per tutto il pomeriggio.

NUOVA ALLERTA E CONSIGLI – Un’altra allerta è stata emessa dalla protezione civile per le prossime ore  con criticità idrogeologica arancione. Per far fronte all’allerta meteo l’amministrazione comunale di Latina e i gruppi dei volontari della protezione civile che operano nel capoluogo invitano la cittadinanza a prestare attenzione nel percorrere i viali alberati come via Nascosa, via Litoranea, via Epitaffio, viale Mazzini, viale Italia e il parco falcone e Borsellino. Di evitare tutte le zone e a pericolo di esondazione come i sottopassi della Pontina, di via Gorgolicino, della Stazione, di via Dormigliosa e la rotonda dell’aviatore e usare viabilità alternative. Attenzione anche a tutte le strade e le aree che costeggiano i canali in particolare il canale delle Acque Medie che sarà comunque monitorato da squadre della Protezione Civile, il Colmata e il Mastropietro.

3 Commenti

3 Commenti

  1. Luigi Federici

    Luigi Federici

    16 Novembre 2019 alle 20:01

    Bisogna smetterla di lavarsi le mani dando allerta meteo, debbono fare le manutenzioni a tutti i canali di raccolta, e non intervenire su danni già fatti , queste sono operazioni da eseguire prima di dare allerta meteo, adesso i danni causati a noi poveri cittadini chi ci risarcisce, bastano le foto e video dell’accaduto

  2. Egidio Carocci

    Egidio Carocci

    17 Novembre 2019 alle 9:11

    Con ifondi cas cidevono sfamare gliecsi comunitari

  3. Io

    17 Novembre 2019 alle 14:24

    I canali d’acqua corrono sull’asfalto. Con un mini scavatore si aprono km di cunette al giorno. vergognatevi…..fate manutenzione !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto