donata dal Soroptimist

Al Comando provinciale dei carabinieri di Latina, una stanza protetta per donne e bambini vittime di abusi

Il ten col Silvio De Luca: "Un invito a non sottostare alle violenze"

LATINA – Nella Caserma Cimarrusti del Comando provinciale dei carabinieri di Latina c’è ora una stanza protetta per ascoltare chi è vittima di violenza e abusi. Pensata per donne e minori, la stanza nasce grazie ad un protocollo d’intesa nazionale firmato dal Comandante generale dell’Arma con  il presidente del Soroptimist Italia, e ha portato già alla creazione di 190 locali di questo tipo.

Una stanza arredata per essere accogliente, ma anche tecnologica,  con la possibilità di video-registrare i colloqui che potranno in futuro essere utilizzati anche nei processi per sollevare la donna dal peso della ripetizione in aula. “L’auspicio è che la stanza rappresenti un luogo dove le donne possano davvero superare la paura”,  ha detto il colonnello Lorenzo D’Aloia comandante provinciale dei carabinieri durante la cerimonia di inaugurazione che si è tenuta alla presenza del Prefetto di Latina, Maurizio Falco, della dottoressa Celeste Redi, medico e presidente del Soroptimist Latina e dei magistrati Martina Taglione e Antonio Sgarella.

“Questa stanza dove le donne saranno accolte da personale specializzato, vuole essere anche l’occasione per lanciare anche un messaggio di invito alle donne a non sottostare alle violenze,  a denunciare, fidandosi delle istituzioni, in questo caso dell’Arma dei carabinieri”,  ha spiegato il tenente colonnello Silvio De Luca, che da pochi giorni ha assunto l’incarico di capo ufficio comando del provinciale carabinieri di Latina.

Ne abbiamo parlato con lui su Radio Immagine – ASCOLTA

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto