IL DECRETO

Alluvione a Itri, la Regione riconosce lo stato di calamità

L'Agenzia regionale di protezione civile farà la ricognizione delle spese sostenute dal Comune

ITRI –  Dopo l’alluvione che ha colpito il paese il 3 e 4 novembre, Itri ottiene il riconoscimento dello Stato di calamità naturale. Il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha firmato il relativo Decreto così come richiesto dal consiglio comunale a seguito degli eventi eccezionali di natura meteorologica verificatisi nel territorio comunale. Anche le scuole erano rimaste chiuse.
“Con l’occasione – si legge in una nota del sindaco Giovanni Agresti – il Presidente Nicola Zingaretti ha dato mandato a procedere a cura della Agenzia regionale di protezionale civile alla ricognizione delle spese sostenute dalla nostra Amministrazione in merito agli eventi calamitosi del 3 e 4 novembre, così da individuare le misure di sostegno finanziario alle Amministrazioni colpite dagli eventi di cui al presente provvedimento. L’Ordinanza in questione viene trasmessa alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento di Protezione Civile per il riconoscimento dello “stato di emergenza” ai sensi e per gli effetti dell’art. 24 del Decreto Legislativo 2 gennaio 2018 n. 1, in considerazione della intensità del fenomeno verificatosi e della rilevanza dei danni causati, che richiedono l’adozione di misure di natura straordinaria ed emergenziale per la gestione dell’emergenza idrica, la riparazione dei danni e per il sostegno alle popolazione e alle attività produttive”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto