3 giugno

Pasolini e Sciascia, quarto incontro a Sabaudia

Prosegue la Rasegna "Dalle Rogge alle dune"

SABAUDIA – L’associazione Sabaudia Culturando, dopo il successo dei primi tre appuntamenti che si sono svolti nei mesi di marzo, aprile e maggio, è pronta per il quarto appuntamento del ciclo di incontri “PASOLINI: DALLE ROGGE ALLE DUNE” con “PASOLINI E SCIASCIA” che si terrà venerdì 3 giugno alle ore 17:30 presso il Centro di Documentazione Angiolo Mazzoni.
Durante l’evento si parlerà del volume “Pasolini e Sciascia. Ultimi eretici” a cura del critico letterario, saggista e giornalista che collabora con quotidiani e riviste tra cui il “Domenicale del Sole 24 Ore” e “Il Messaggero”, Filippo La Porta.
Pier Paolo Pasolini (1922-1975) e Leonardo Sciascia (1921-1989) sono stati due tra i maggiori scrittori italiani del 900 che hanno apertamente rotto la tradizione curiale e cortigiana della storia letteraria nazionale. Si addice ad entrambi la celebre espressione paolina, tanto cara a Pasolini, «scandalo per i Giudei, stoltezza per i Gentili».  Entrambi, ben conoscendo la potenza delle parole, le hanno saputo usare per denunciare menzogne e imposture nella loro indefessa ricerca della verità e dell’intelligenza delle cose.
Interverranno il Presidente del Centro studi Pasolini di Casarsa Flavia Leonarduzzi, Barbara Distefano della Fondazione Leonardo Sciascia, Maura Locantore Segretario Nazionale del Comitato per il Centenario di Pier Paolo Pasolini, Angelo Favaro dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e Filippo La Porta.
“Siamo molto contenti di poter ospitare all’interno della nostra rassegna, “Pasolini: dalle rogge alle dune”, Filippo La Porta grande critico letterario che ci parlerà di Sciascia e Pasolini e della loro amicizia corsara.. Invitiamo tutte le persone a partecipare a questo importante appuntamento”, è l’invito dell’associazione Sabaudia Culturando.

Il quinto e ultimo appuntamento della rassegna si svolgerà sabato 16 luglio con Dacia Maraini che presenterà il suo libro “Caro Pier Paolo”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto