ASCOLTA RADIO LUNA ASCOLTA RADIO IMMAGINE ASCOLTA RADIO LATINA  

nel 170° della fondazione

Scuole, Stefanelli al Caboto di Gaeta: “Servono spazi, avvieremo dialogo con il Comune”

Prosegue il tour del Presidente della Provincia

GAETA – Proseguono le visite negli istituti scolastici da parte del presidente della Provincia Gerardo Stefanelli che questa mattina è stato all’istituto tecnico nautico ‘Caboto’ di Gaeta, importante
scuola superiore di formazione per le professionalità nautiche. Composto da 38 classi, l’istituto ha un corso di studi della durata di cinque anni con diverse articolazioni: costruzione e manutenzione del mezzo aereo, navale e terrestre e acquisizione delle certificazioni d’idoneità all’impiego dei mezzi stessi; conduzione del mezzo, che riguarda l’approfondimento delle problematiche relative al trasporto del mezzo aereo, navale e terrestre; logistica, che si occupa di approfondire le problematiche relative alla gestione, al controllo degli aspetti organizzativi del trasporto aereo, marittimo e terrestre, anche al fine di valorizzare l’acquisizione di idonee professionalità nell’interrelazione fra le diverse componenti. L’indirizzo professionale ha una durata di 5 anni e si divide in due articolazioni: servizi e industria e artigianato.

Il Ministero dell’istruzione ha erogato un finanziamento di 50mila euro per riqualificazione ambienti didattici, laboratorio di navigazione simulata, laboratorio di macchine e apparati marittimi simulato, sala docente, lavori già eseguiti mentre è in fase di approvazione un progetto esecutivo con fondi del Pnrr per 260mila euro destinato al ripristino delle facciate del cortile interno e all’adeguamento dell’impianto la cui gara sarà bandita a ottobre.

“Questo istituto – sottolinea il presidente Stefanelli – ha una storia prestigiosa: esiste dal 1854 ed è il più antico del Lazio oltre a ricoprire un ruolo di rilievo nella formazione delle professioni nautiche con una struttura legata fortemente anche al successivo inserimento nel mondo del lavoro. E’ chiaro che permane un problema significativo sugli spazi didattici da mettere a disposizione del Caboto che deve essere affrontato e risolto in maniera definitiva. Avvieremo un dialogo con l’amministrazione comunale per individuare spazi idonei in edifici di proprietà comunale o per individuare un terreno dove costruire una sede nuova più grande e adeguata alle esigenze di una scuola così importante e prestigiosa rispondente alle esigenze formative presenti e future degli studenti. Contemporaneamente – conclude Stefanelli – iniziamo a ragionare con la dirigente scolastica Maria Rosa Valente anche sulle iniziative da mettere in campo per celebrare il 170’ anniversario della fondazione”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto