Arrampicare in città: il contest a Sezze, patria di Nardi

Shares

arrampicatori a sezzeSEZZE –  Più di cento appassionati di arrampicata provenienti da tutto il Lazio si sono dati appuntamento a luglio a Sezze per una gara di Street Boulder (la pratica dell’arrampicata su muri, portoni, finestre) per mettere il mondo dell’arrampicata a contatto con l’ambiente urbanizzato. E’ la quarta edizione del Carnival Street Boulder, evento ideato e organizzato dall’Associazione Sportiva Mountain Freedom, per divulgare la cultura di montagna attraverso l’attività dell’arrampicata sportiva.

105 partecipanti suddivisi in tre categorie, bambini, adulti uomini ed adulti donne si sono cimentati su 60 vie di arrampicata dislocate su tutto il territorio del centro storico del paese. Le vie di arrampicata suddivise in difficoltà diverse assegnavano punteggi diversi. Chi totalizzava il punteggio più alto entrava nelle fasi finali.

I VINCITORI –

Nella categoria Bambini il vincitore è stato Luigi Fanella, mentre rispettivamente secondo e terzo sono stati i fratelli Fabio Mosca e Federica Mosca tutti della Associazione Mountain Freedom un caso del tutto eccezionale considerata l’alta partecipazione.

Nella categoria donne invece il primo posto è andato ad Alessandra Bianchi seconda classificata Federica Bernetti e terza classificata Ludovica La Monica con provenienze fuori del territorio della Provincia di Latina.

Nella categoria Uomini si è imposto invece il Setino Fabrizio De Romanis che ha totalizzato il punteggio di 63 punti seguito da Matteo Maffei a 59 punti e Alessandro Cingari a 53 punti.

“Grazie a tutti i partecipanti all’evento e soprattutto a chi ci ha ha detto l’alpinista di Sezze Daniele Nardi , presidente ASD Mountain Freedom –  Da anni ormai lavoriamo per la divulgazione della cultura di montagna con l’obiettivo di far conoscere i Monti Lepini e lo sport outdoor. L’idea degli street boulder ci è venuta nel 2010 dopo aver visto con curiosità altre manifestazioni, oggigiorno lo Streetboulder Contest è un tiopo di manifestazione affermata in tutto il mondo. Noi siamo arrivati alla quarta edizione, un circuito itinerante nei paesi dei Monti Lepini, una bella soddisfazione vedere che la partecipazione aumenta sempre più.”

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto