urbanistica

Latina, variante Piave, il cantiere Malvaso va messo in sicurezza

Sopralluogo del pm Capasso nell'area sequestrata a gennaio

sopralluogoLATINA – Si è tenuto questa mattina il sopralluogo del pm Gregorio Capasso nel cantiere della Piave Costruzioni sequestrato a gennaio dalla Forestale su ordinanza del Gip Mara Mattioli. La ricognizione è stata chiesta dalla proprietà per motivi di sicurezza nell’ambito dell’inchiesta che riguarda la variante al piano regolatore che ha portato al sequestro dell’edificio di proprietà dell’ex consigliere comunale di FI Vincenzo Malvaso. La Piave Costruzioni chiede l’autorizzazione a impermeabilizzare alcune zone del cantiere e a ripristinare parte della recinzione che è stata divelta.

Il magistrato era assistito da alcuni investigatori della Forestale, sul posto anche il legale di Malvaso, Renato Archidiacono. Nell’inchiesta lo ricordiamo è indagata tutta l’ultima giunta comunale, il dirigente comunale al ramo, il politico di FI, tecnici e progettisti. Di recente hanno chiesto di essere ascoltati per dichiararsi estranei ai fatti contestati, gli ex assessori Di Cocco, Picca e Cirilli.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto