L'inchiesta della Finanza

Ponza, pagano la licenza a costruire, nei guai due persone di Fondi e due ex dipendenti comunali dell’isola

Sequestrati beni per 500 mila euro

ponzaPONZA – Beni per mezzo milione di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Latina in base ad un decreto emesso dal Tribunale di Cassino nei confronti di cinque persone residenti a Fondi e Ponza. Sotto chiave sono finiti un appartamento a Formia; 4 terreni e due immobili, sulla maggiore delle Pontine e 30 mila euro trovati su diversi conti correnti.
L’indagine dei finanzieri dell’isola ha portato a scoprire che due dipendenti comunali ora in pensione, nel 2013 avevano rilasciato a due persone un permesso per costruire in sanatoria in totale assenza dei requisiti necessari, ricevendo in cambio denaro e alcuni appezzamenti di terreno sull’isola di Ponza. A conferma del caso di corruzione, la verifica fiscale svolta nei confronti di uno degli indagati: “Gli accertamenti bancari  – spiega in una nota il Comando provinciale di Latina –  consentivano di appurare una fittizia compravendita dei 4 terreni con annesso immobile che rappresentava l’utilità ricevuta per le ipotesi corruttive”.
Al termine delle indagini i finanzieri hanno denunciato i protagonisti della vicenda per corruzione,  atto contrario ai doveri d’ufficio e di falsità ideologica in atti pubblici commessa nella qualità di incaricato di pubblico servizio.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto