Cronaca

Sperlonga, scattano i sigilli all’Hotel Ganimede

L'ipotesi di reato contestata dalla Procura è quella di lottizzazione abusiva

SPERLONGA – Sono stati apposti i sigilli all’hotel Ganimede di Sperlonga, la Procura contesta l’ipotesi di lottizzazione abusiva e il gip del Tribunale di Latina Giuseppe Cario ha firmato il decreto di sequestro, notificato questa mattina dai carabinieri di Sperlonga. Le indagini hanno accertato degli interventi nel periodo compreso tra il 2008 e il 2014 con cui è stata ampliata la volumetria della struttura in contrasto con le previsioni del piano regolatore generale. La struttura il cui valore di è di tre milioni di euro è stata affidata in custodia giudiziaria all’amministratore unico di una società di gestione. Sono nove le persone iscritte sul registro degli indagati.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto