30 giugno

Latina Città per l’attuazione della Costituzione

Al Grassi una giornata di lavoro collettivo per parlare di valori Comuni

LATINA – Venerdì 30 giugno (alle 15) si svolgerà a Latina, presso il Liceo Scientifico G.B. Grassi, l’assemblea pubblica “Latina, Città per l’attuazione della Costituzione” che apre, dopo quella di Roma, Milano e Napoli, un ciclo di assemblee cittadine che coinvolge città e territori. Lo spirito è quello di essere un’Amministrazione che intende governare la città con la partecipazione delle cittadine e dei cittadini ponendo al centro della sua azione politica l’attuazione della Costituzione.

L’evento  – come spiega in una nota il Comitato Promotore costituito in collaborazione con Paolo Maddalenae Lidia Menapace – mette al centro il Governo del territorio, il Coraggio, i Beni Comuni (i principi di partecipazione, sussidiarietà, solidarietà, utilità sociale, proprietà collettiva e funzione sociale della proprietà privata). E’ una giornata di lavoro collettivo che si aprirà con la riunione dell’Osservatorio dei Beni Comuni, presieduto dal prof. Alberto Lucarelli, che propone l’Osservatorio come strumento a disposizione dell’intero Paese per avviare una stagione  che veda come priorità di ogni azione, pubblica o privata, il riconoscimento dei diritti essenziali al territorio, attraverso la valorizzazione delle risorse e del patrimonio culturale, storico e artistico che costituiscono l’identità stessa di un popolo.

A seguire, il gruppo giuridico permanente “Giuristi per l’azione popolare“, costituitosi l’8 maggio scorso rispondendo all’appello di Paolo Maddalena, illustrerà le prime azioni su cui sta lavorando avendo recepito le prima istanze popolari.

Dopo la relazione di Paolo Maddalena su come “Uscire dalla crisi attuando la Costituzione”, si aprirà il confronto che vedrà protagonista il territorio, le Città per l’attuazione della Costituzione, rappresentato da Sindaci e Amministrazioni, e da operatori economici, sociali e culturali, insieme per affermare la consapevolezza collettiva che la Costituzione si può e si deve attuare partendo “dal basso”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto