In ricordo di Daniele

“Lavoro sodo per beneficenza, pensando a chi sta male, ma ci fanno pagare anche l’Iva”

Antonietta Parisi lancia il torneo di burraco per donare otc tac e ferri al Goretti

LATINA – L’Emogas al Policlinico Umberto I di Roma; il dissociatore allo Spallanzani; il sollevatore per i pazienti della Rianimazione del Goretti; uno sterilizzatore per la sala operatoria e un ecografo oculare sempre per l’ospedale di Latina. Armadietti, frigoriferi medicali, carrello di emergenza e di terapia normale, e altri strumenti utili per Malattie Infettive; borse di studio per aiutare la ricerca farmacologica e per le scuole di Latina. E ora il progetto ambizioso dell’otc Tac: un apparecchio da 10o mila euro  (80 mila euro già raccolti) per scoprire le anomalie della retina e destinato a migliorare ulteriormente l’Oculistica del Goretti diretta da Massimiliano Sepe.

L’elenco si allunga come i ringraziamenti a chi con le sue donazioni, da anni, rende possibile tutto questo. Ripercorre una vita di impegno nel volontariato, Antonietta Parisi, la mamma di Daniele, che in nome di suo figlio, morto di Aids a 16 anni, raccoglie fondi per la sanità pubblica, avendo come obiettivo quello di migliorare la qualità dell’assistenza  ai pazienti.

Per la prima volta però Antonietta è arrabbiata: “Mi hanno chiesto i ferri per operare, ma dove stiamo, ai chirurghi non danno nemmeno più i ferri per operare! Assurdo, così è peggio che ne Terzo Mondo. E poi serve un  lettino per le visite, quello che c’è è tutto sgangherato. E ci fanno pagare anche l’Iva. Questa è la nostra storia, la storia dell’ospedale di Latina e di tutte le persone che stanno male e non sanno dove andare a sbattere la testa”.

L’ultima iniziativa è un Torneo di Burraco in programma venerdì 23 giugno (con apericena) all’ Evergreen di Latina in via Sezze. “Voglio completare la raccolta per comprare l’otc tac, devo farcela ora. Per partecipare al torneo servono 20 euro a persona e grazie ai commercianti che mi aiutano, saranno premiate le prime 25 coppie. Tutto il ricavato della serata invece sarà utilizzato per raggiungere la somma che serve per acquistare l’apparecchio. Vi aspetto, grazie!”, dice la mamma di Daniele.

ASCOLTA

Sarà possibile prenotare fino al 21 giugno. All’Associazione In ricordo di Daniele Onlus si può donare anche il 5X1000.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto