politica

Ripascimento al lido di Latina, Miele: “Bene la delibera della giunta, ma occorre fare presto”

"Si tratta comunque di un primo intervento, ma non risolutivo"

LATINA – E’ accolta positivamente dalla consigliera di Forza Italia, Giovanna Miele, la notizia dell’intervento da 580 mila euro contro l’erosione costiera “Dopo ripetute interrogazioni e mozioni, finalmente qualcosa si inizia a fare. Certo siamo in ritardo di diversi anni, nei quali il mare ha continuato ad erodere la costa fino a cancellare tratti di spiaggia e a costringere diversi stabilimenti balneari a non poter aprire. Ora alla delibera devono seguire i fatti. Mi attendo che i passi indicati nella delibera e concordati con il servizio ambiente siano realizzati al più presto.  Nell’atto è specificato che il piano operativo è composto da un intervento da eseguirsi nei mesi invernali e composto da “Caratterizzazione e drenaggio delle sabbie al fine di assicurare la portata idraulica delle foci dei fiumi e dei canale/laghi costieri, per un totale di 7 sbocchi a mare” presso il Canale Rio Martino, Acque Alte / Mascarello, laghi di Fogliano, Monaci, Caprolace, e Paola. Le sabbie drenate saranno stoccate nelle aree della foce della Bufalara e della Foce del Canale delle Acque Alte/ Mascarello in località Foce Verde. Per l’estate invece, “si attuerà il ripascimento della costa attraverso l’utilizzo delle sabbie caratterizzate e stoccate”.
Tutto questo per un totale di 580 mila euro, soldi che il comune anticiperà ma che fanno parte dello stanziamento di oltre 1 milione di euro messo a disposizione dalla Regione Lazio per difendere le coste di Latina e Sabaudia.
È dall’inizio di questa consiliatura che combatto per mobilitare l’amministrazione e sono speranzosa che almeno adesso si possa vedere qualche risultato. Mi aspetto che siano mantenute le promesse e resterò vigile affinché quanto scritto in delibera sia messo in pratica e non rimanga solo un atto vuoto e senza risvolti.
Resta confermato tuttavia che questo è solo un primo intervento e non è certo risolutivo. L’amministrazione deve spingere per concordare con gli enti interessati un’analisi più approfondita e un piano operativo che possa arginare definitivamente il fenomeno dell’erosione delle coste”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto