verso l'estate

Latina Lido si risveglia, via al montaggio dei chioschi tra Capoportiere e Rio Martino

Lessio: "Primo ripascimento entro un mese a Capoportiere e davanti la Polizia di Stato con 20 mila metri cubi di sabbia"

LATINA – Il tempo è ancora molto variabile, ma la stagione estiva è alle porte e sul lato ricompreso nel Parco Nazionale del Circeo, tra Capoportiere e Rio Martino, si stanno montando in questi giorni i primi chioschi.  Gru e operai al lavoro per le strutture temporanee che dovranno smontare il 31 ottobre, dal momento che non sono tra quelle ricomprese nella deroga prevista dalla Finanziaria che si occupa solo delle concessioni balneari, in tutto 28 sul litorale di Latina.

Quest’anno, grazie all’accordo trovato con il Parco Nazionale del Circeo, i gestori hanno potuto ottenere qualcosa in più: potranno lasciare le attrezzature in spiaggia anche la notte e avranno più panorama, perché è stato autorizzato il rialzo della pedana di mezzo metro. Dovranno anche “dare” qualcosa in più, garantendo il servizio di avvistamento e di salvataggio.

Partiti al Lido anche i lavori per i 31 accessi al mare, di cui 20 passerelle sono proprio sul Lato “B”, cinque di queste saranno rifatte integralmente.

Il punto con l’assessore all’Ambiente del Comune di Latina, Roberto Lessio

IL RIPASCIMENTO – La nota dolente resta il ripascimento, visto che le procedure sono in stato di avanzamento, ma non ancora del tutto concluse. “Ci muoviamo su tre filoni – spiega Lessio – I primi interventi saranno realizzati con 2,5 ml di euro della Regione Lazio con un dragaggio veloce davanti all’Hotel Fogliano e nell’area antistante lo stabilimento della Polizia di Stato dove abbiamo chiesto l’autorizzazione a movimentare 20 mila metri cubi di sabbia. Siamo in attesa a giorni dell’autorizzazione, e l’intervento che realizzeremo entro un mese, durerà un paio di giorni”. Tra i progetti anche quello di una “banca della sabbia” da creare a Rio Martino e Foce Verde.

Più lunga invece si annuncia la procedura per la difesa della sabbia che sarà “riportata” con il ripascimento, intervento necessario perché consente di stabilizzarne gli effetti. Nello scontro tra diverse vedute – le techno reef, ovvero le barriere soffolte utili anche per il ripopolamento ittico, il geotubo e i pennelli – l’Amministrazione ha scelto di procedere con un Avviso Pubblico che sarà emesso a giorni per raccogliere i progetti e presentarli alla Regione Lazio che dovrà dare l’ok e finanziare le opere.

GLI EVENTI – E il Lido d’estate significa anche eventi. Per questa ragione ieri  pomeriggio decine di associazioni e imprese hanno partecipato alla prima riunione per ricevere informazioni e assistenza sulle procedure relative al bando per l’estate ‘Un mare di eventi’. L’assessore alla cultura, turismo e sport Silvio Di Francia ha spiegato che l’obiettivo vuole essere quello di valorizzare con iniziative culturali, sportive e d’intrattenimento il centro città, i borghi e la marina. Con un focus particolare su due date: il 30 Giugno, Fondazione della città, e il 20 Luglio, data del primo sbarco sulla Luna. L’avviso pubblico è stato poi analizzato e spiegato nel dettaglio ai presenti dal RUP, alla presenza della dirigente del servizio. Prossimo appuntamento il 16 Maggio a partire dalle 15.30.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto