la tragedia

Latina, ripescato a tarda notte il corpo del giovane immigrato annegato nel laghetto di Parco San Marco

La vittima è un richiedente asilo di 25 anni del Ghana

LATINA – E’  stato ripescato di notte, dopo ore di lavoro da parte dei vigili del fuoco, il corpo del 25 enne immigrato ghanese che ieri nel tardo pomeriggio è stato visto scavalcare la ringhiera che delimita il laghetto artificiale di Parco San Marco e sparire. A dare l’allarme alcune persone che a quell’ora stavano correndo nell’area verde, come molti fanno a fine giornata con il fresco. Due uomini che hanno assistito alla scena si sono gettati nel tentativo di ripescarlo, ma l’acqua era torbida e le pompe in funzione a quell’ora hanno evidentemente  trascinato il corpo  sul fondale.

Il piccolo specchio d’acqua è stato in parte svuotato e solo intorno alle 23,30  il giovane, ormai privo di vita, è stato individuato e tirato fuori dall’acqua: era in pigiama e aveva un batuffolo di ovatta ancora incerottato al braccio. Sembra che lo stesso ragazzo poco prima dei fatti fosse stato visto al pronto soccorso dell’ospedale che si trova a pochi passi in stato di agitazione.

A parte la sequenza che è nota, che cosa sia accaduto con precisione è ancora da stabilire. Se il giovane avesse intenzione di uccidersi in un laghetto così piccolo, o se si sia gettato senza capire appieno il pericolo che correva o in uno stato di alterazione. Anche questa è un’ipotesi. E se l’identità di questo giovane immigrato che era in attesa di risposta alla sua domanda di soggiorno in Italia, ora è nota, stabilita dalla polizia che indaga, le domande in queste ore sono tante e riguardano anche la persona.

Questa mattina il parco, che ieri sera era semiallagato (è stata necessaria anche la chiusura di Via Rossetti), ha drenato l’acqua e tutto appare terribilmente normale.

5 Commenti

5 Commenti

  1. Marco Checchinato

    Marco Checchinato

    25 Maggio 2019 alle 7:40

    Brutta notizia. Sentite condoglianze.

  2. Marco Conforti

    Marco Conforti

    25 Maggio 2019 alle 7:43

    Commenti incredibili altrove, mi auguro non avvengano qui. Ormai in tanti non hanno nemmeno una prospettiva di reputazione da salvare.

    • Antonio Sorabella

      Antonio Sorabella

      25 Maggio 2019 alle 9:47

      Marco Conforti li ho letti ed evitato di commentarli anche se la mani prudono

  3. Maria Rosaria Marelli Panza

    Maria Rosaria Marelli Panza

    25 Maggio 2019 alle 8:30

    Mi dispiace tanto quando un giovane o chiunque compie un gesto così disperato .Che abbia trovato pace .

  4. Francesca Monella

    Francesca Monella

    25 Maggio 2019 alle 9:29

    Brutta notizia 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto