l'operazione dei vigili del fuoco

Incendio sulle colline di Maenza quattro velivoli per fermarlo: in fumo 25 ettari di verde

Quirino Briganti: "I roghi sono quasi sempre dolosi e vanno condannati con forza"

Shares

MAENZAE’ il secondo incendio di grosse dimensioni, altri qua e là hanno incenerito le colline della provincia di Latina in questa estate 2020, come se non bastasse l’emergenza sanitaria. Stavolta 25 ettari di macchia mediterranea lungo la Via Carpinetana a Maenza sono andati in fumo.

Ci sono volute ore di lavoro, un intero pomeriggio, a spegnere le fiamme. I Vigili del Fuoco del Comando di Latina sono intervenuti  con la squadra territoriale di base a Sezze che ha richiesto l’intervento di mezzi aerei, due canadair del Corpo  e due velivoli della regione Lazio hanno effettuato nuerosi lanci di acqua prima di riuscire a domare il rogo. Prezioso il supporto dei volontari di Protezione Civile.

“Riparte la stagione degli incendi sui Lepini con pericolosi roghi sia a sud che sul versante orientale: due incidenti hanno infatti interessato le montagne di Maenza e Supino – commenta il presidente della Compagnia dei Lepini, Quirino Briganti – Dopo il bilancio drammatico, dovuto alla sequenza di roghi dell’estate scorsa, auspichiamo che per quest’anno, soprattutto in un periodo in cui sono evidenti gli effetti delle alte temperature e del riscaldamento globale, chi di competenza metta in campo tutte le azioni possibili per prevenire e tutelare il nostro ingente patrimonio ambientale. Gli incendi sono quasi sempre dolosi e vanno condannati con forza e determinazione. Gli atti irresponsabili, incivili e vigliacchi di chi appicca il fuoco danneggiano la biodiversità dei nostri boschi e mettono a repentaglio la sicurezza dei cittadini”, conclude Briganti esprimendo solidarietà alle comunità coinvolte, ai vigili del fuoco e alle forze di protezione civile.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto