la settimana più difficile

Ferragosto, più controlli sul territorio. Il Questore di Latina: “Segnalate anche situazioni di sospetto” in sicurezza, la Questura

Arrivano i rinforzi per sorvegliare strade, comuni costieri e rispetto delle norme anti Covid-19

Shares

LATINA “Segnalate al numero  113, qualsiasi situazione anche di semplice sospetto alla quale vi trovaste ad assistere”. Il Questore di Latina Michele Spina si rivolge a cittadini, turisti e residenti enlla settimana dell’anno tra le più impegnative sotto il profilo della sicurezza pubblica visto il movimento di massa che sta interessando la provincia di Latina  e in particolare le località balneari. Per questo ha disposto l’intensificazione dei servizi di controllo del territorio al quale controbuiranno anche il Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato e unità specializzate a bordo di acquascooter.
Sarà rafforzato il pattugliamento  – si legge in una nota della Questura – e il presidio delle arterie stradali  maggiormente trafficate a cura della Polizia Stradale, delle Volanti e delle pattuglie dei cinque Commissariati Distaccati di P.S., prestando attenzione, soprattutto nelle ore notturne, ai limiti di velocità, alla guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’effetto di droghe.
Una particolare attenzione sarà dedicata ai comuni costieri, quali Latina, Sabaudia, San Felice Circeo, Terracina, Sperlonga, Gaeta, Formia e Minturno, con 15 pattuglie che mediamente ogni giorno presidieranno quelle zone. Nel corso dei servizi saranno impiegate anche unità cinofile per una più incisiva azione di contrasto al fenomeno dello spaccio e consumo di sostanze stupefacenti tra i giovani. I controlli, inoltre, riguarderanno anche l’abusivismo commerciale nonché le zone della movida, anche per verificare il rispetto delle vigenti misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e la regolare somministrazione di bevande alcoliche.
Le attività di  vigilanza e controllo saranno estese ai complessi industriali, alle periferie ed ai centri abitati per prevenire i reati predatori, che creano sempre allarme sociale”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto