le foto

L’incanto di Ninfa per l’Orlando Furioso di Pernarella

E' la prima volta sotto la torre dell'antico Castello

Shares

LATINA – Quando si dice spettacolo. La rappresentazione dell’Orlando Furioso firmata da Clemente Pernarella in uno spazio inesplorato del Giardino di Ninfa, è esattamente questo. Dall’inzio alla fine, quando si esce guidati da centinaia di piccole luci che attraversano l’Hortus Conclusus. Non manca nulla.

Alla scenografia unica si accompagnano una lettura contemporanea dell’opera e del suo significato partendo dal nome che contiene la parola “land” (di Orlando) intesa come terra, ma anche atterrare e sbarcare. Il viaggio nella follia di Orlando è guidato dall’ispirata interpretazione di Clemente Pernarella, con Melania Maccaferri, Andrei Cuciuc e Viviana Barboni.

L’atmosfera plasmata da luci, musiche e suoni, nella cornice medioevale, permette un’immersione integrale nel poema dell’Ariosto. Un’interpretazione con tempi e ritmi calibrati perfettamente. E ieri sera era anche fresco.

Musiche e regia del suono sono a cura del compositore Paolo Rotili con Rodolfo Rossi e Andrea Veneri. Alle percussioni Rodolfo Rossi e Domiziana del Mastro. Live electronics Andrea Veneri e Matteo Ferrante. Il disegno luci è firmato da Gianluca Cappelletti; fonica Andrea Grassi; organnizzazione Alessandro Marascia.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto