i dati Asl

Covid-19, settembre catastrofico: in 30 giorni 449 casi. Nell’ultimo giorno sono 15

Nel Lazio letalità del virus dimezzata

Shares

LATINA  – Si conclude a 449 casi di contagio da Covi-19, il mese di settembre, facendo una media, circa 15 casi al giorno. Si tratta di una cifra elevata, considerati i numeri pre-estate: un terzo del totale registrato dall’inizio della pandemia, in un crescendo inarrestabile che ha visto passare i casi dai 4 del primo settembre agli oltre 30 di metà mese per arrivare ai 15 di oggi. Tanti ne sono stati registrati nelle scorse ore ad Aprilia (3), Bassiano (1), Cisterna di Latina (3),  Formia (1), Gaeta (1), Latina (2), Lenola (1), Minturno (1), Norma (1) e Pontinia (1).  si tratta di un caso con link dalla Sardegna, uno dalla Puglia e uno dalla Grecia. Quattro i casi con link famigliari di casi conosciuti. Un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione.
Un totale di 1223,  651 guariti, 39 deceduti, 533 positivi attivi di cui 77 ricoverati in ospedale. 

DRIVE IN ATTIVO AL SANI – Oggi per la prima volta la postazione “drive-in” di Latina ha operato presso l’ex Istituto SANI- Salvemini in viale le Corbusier 393 a Latina invece che al Goretti con file lunghissime già dalle prime ore della matttina. La Asl ricorda che per accedervi, “tutti i tamponi antigenici rapidi e molecolari dovranno essere prenotati tramite registrazione online utilizzando QR code  seguendo la procedura di prenotazione riportata sul sito aziendale: www.ausl.latina.it

COME STA IL LAZIO – Secondo i dati pubblicati dall’Osservatorio nazionale sulla salute delle Regioni italiane nel periodo dal 16 giugno al 24 settembre assistiamo ad una triplicazione dei casi testati che passano da 4,2 per cento abitanti a 11,7.

LETALITA’ DEL VIRUS DIMEZZATA –  Ad un dimezzamento della letalità per cento contagiati che passa da 10,2 a 5,9. Ad un tasso di mortalità per 10 mila abitanti che è dieci volte inferiore a quello della Lombardia e sette volte inferiore al dato dell’Emilia Romagna e della Liguria.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto