indagini della polizia

Latina, stalker a 16 anni: portato in comunità. Prima le minacce poi la spedizione punitiva in pizzeria

E quanto i poliziotti sono andati a prenderlo è spuntata fuori la droga: arrestati madre e cugino

Shares

LATINA – Stalker e violento a soli 16 anni. E’ stato portato in una comunità per minori di Roma un ragazzo di Latina appartenente ad una nota famiglia rom che ha prima perseguitato con minacce e vessazioni la sua ex anche lei minorenne e poi ha organizzato, facendosi aiutare da un familiare, una vera e propria spedizione punitiva. Mentre la 17 enne era in pizzeria, i due l’hanno raggiunta e picchiata per “darle una lezione davanti a tutti”, causandole lesioni guaribili in 15 giorni. Una storia che dovrebbe servire da monito.

E non è tutto: quando i poliziotti sono andati a prenderlo hanno deciso di perquisire l’abitazione della madre che è una nota pregiudicata e hanno  sequestrato droga, 25 mila euro in contanti e preziosi di dubbia provenienza. La donna, già sottoposta alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale  e alla confisca di beni, non ha saputo fornire alcuna giustificazione circa la provenienza dei contanti e dei gioielli di oro massiccio che sono stati sequestrati.
Il possesso della sostanza stupefacente 30 grammi tra hashish e mariuana sono stati  attribuiti al nipote della donna, un ventenne anche lui noto, che è ora indagato per “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”. Sequestrato anche un sofisticato sistema di videosorveglianza le cui telecamere potevano inquadrare le strade di accesso per controllare la zona e  l’eventuale arrivo delle forze dell’ordine.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto