cultura

“UndiciMetri. Storie di Rigore”: ecco il libro dedicato alla massima punizione calcistica

Gli autori sono due pontini, Cristian Vitali e Maurizio Targa

LATINA – Gli scrittori pontini Cristian Vitali e Maurizio Targa hanno pubblicato sessanta racconti in chiave di rigore: da Platini a Caraballo, da Gullit a Blissett, da Panenka a Totti, da Baggio a Beccalossi. Il volume «UndiciMetri. Storie di Rigore» (SensoInverso Edizioni, 292 Pagine, € 17,00) è un compendio di storia della massima punizione calcistica, già disponibile nei principali store online come IBS, Mondadori, Amazon, Feltrinelli. Cristian Vitali e Maurizio Targa insieme hanno racchiuso, in circa 300 pagine, un bel pezzo di storia calcistica: quella, appunto, dei fatidici undici metri, il tiro dal dischetto, raccontando con dovizia di particolari alcuni penalties passati alla storia. Come quelli della finale di Coppa Campioni della Roma con il Liverpool, quelli della straziante strage di Heysel, quelli, ahinoi, maledetti, della Coppa del Mondo: Serena a Italia 90, Baresi e Baggio a USA 94, Di Biagio a Francia 98. Ma c’è spazio anche per qualche gioia, come quella – indimenticabile – di Grosso all’appuntamento teutonico del 2006, quello più evocativo per gli italiani meno attempati.

Rigori per alcuni esemplari (si pensi a Shevchenko nella finale di Champions 2003 con la Juventus) altri decisamente indigesti, come la “zappata” di Costacurta nella finale Intercontinentale con il Boca Juniors dello stesso anno. Perché c’è sempre il rovescio della medaglia: ed infatti Cristian Vitali – fondatore del Blog satirico Calciobidoni.it – ci mette comunque una piccola firma del suo repertorio inserendo anche delle “chicche” dal dischetto sconosciute ai più, relative ad alcuni “bidoni”: si pensi a Blissett, il bombardiere nero del Milan, paragonato a Calloni; oppure a Caraballo, l’uruguagio del Pisa oggi tassista. Entrambi ciccarono un rigore in Coppa Italia al punto tale che la “ciabattata”, a detta di alcuni, finì addirittura fuori dallo stadio. Ma c’è spazio anche per il povero Toffoli e il famoso rigore al sapore di VAR nel derby con il Foggia. E ancora: il cucchiaio di Totti e la versione originale di Panenka, la famosa buca di Maspero, Beccalossi, Savicevic e addirittura… Michelangelo Rampulla. Così recita la sinossi inserita in quarta di copertina: «Dallo sconosciuto ma infallibile Giampiero Testa al trionfo di Berlino, passando per i tragici tiri mondiali di Baresi, Baggio e Di Biagio, il cucchiaio di Totti, la “buca” di Maspero, i sempreverdi Zico, Platini, Falcao e Gullit, gli errori macroscopici di gente come Caraballo e Luis Toffoli: sessanta racconti carichi di passione, incentrati sui più svariati tentativi di realizzazione dal dischetto. Storie, liti, drammi, atmosfere e leggende raccontate da un punto di osservazione molto particolare: quei fatidici e interminabili UndiciMetri».

Racconta Maurizio: «L’idea originale era di Cristian, un libro sui calci di rigore sbagliati. Parlandomene mi sono appassionato all’idea e ho iniziato a dargli una mano, tralasciando l’esclusiva di quelli sbagliati. Alla fine abbiamo fuso i nostri racconti, e abbiamo constatato quanto siamo “vicini” a scrivere: tirando le somme, ci siamo divisi bene il lavoro, e quando in alcuni casi abbiamo constatato di aver scritto dello stesso rigore entrambi – è capitato per Baggio e Di Biagio ai Mondiali – “fondere” le nostre versioni in un unico racconto è stato sorprendentemente facilissimo, praticamente non abbiamo dovuto tagliare quasi nulla l’uno dell’altro. Una sintonia felicissima, ve ne renderete conto». Gli fa eco Cristian: «Abbiamo lavorato alacremente per diversi anni per cercare di ottenere un prodotto di qualità, godibile, e crediamo di esserci riusciti. E’ stata particolarmente azzeccata l’idea della Copertina, realizzata al Francioni di Latina: io nella parte del portiere e Maurizio in quella dell’attaccante, con le maglie della Squadra di calcetto Calciobidoni F.C. che ho fondato nel 2016. Quante prove, quante “botte” ho preso in tuffo, quante parate e quanti gol quella calda mattinata di maggio. Ma non saprete mai se il tiro che abbiamo scelto per la cover è stato parato oppure no. E’ un po’ l’essenza di ogni tiro dagli undici metri, restare fino alla fine con il fiato sospeso». Il giornalista e scrittore Darwin Pastorin (ex Direttore di Tuttosport e di La7 Sport) ha curato la Prefazione, definendo il libro con queste eloquenti parole: «Una lunga, infinita collana di gioie e dolori, di errori madornali o di parate strepitose, di coppe e mondiali vinti o sfumati in quell’istante che tutto, nel bene e nel male, avvolge o stravolge. Un libro, decisamente, indispensabile per gli appassionati del pallone».

Cristian Vitali, lo ricordiamo, è un Ispettore della Guardia di Finanza in servizio a Roma, ma vanta esperienze pregresse in qualità di giornalista (presso il fu “Il Territorio”), telecronista (è stata la voce ufficiale del Priverno Calcio), e conduttore radiofonico (Radio6 a Roma, insieme a Francesca Bonfanti). Nel 2006 ha creato Calciobidoni.it, Blog dedicato ai “bidoni” e alle “meteore” straniere del calcio italiano, cui nel 2009 ha fatto seguito il lancio del Calciobidone, di cui scrive sul sito del Guerin Sportivo e su Fantagazzetta (oggi Fantacalcio.it). E’ datato 2010 il suo primo libro, «Calciobidoni. Non comprate quello straniero», trasposizione su carta del sito, che vince il titolo di «Blog dell’Anno» 2016, e premiato da Ugo Russo, ex telecronista di «Tutto il calcio minuto per minuto».

Maurizio Targa, Funzionario Direttivo della Regione Lazio, appassionato di calcio e musica, è giornalista e scrittore, ma il suo primo, indimenticato amore è la radio. Autore di tre libri, «Cette Italie qui m’en chante» (un saggio pubblicato in Francia nel 2005), «L’importante è proibire» (2011), «Ciao amici ciao» (2013), dal 1998 è tra gli autori del portale musicale «Hit Parade Italia», e collabora con Raidue quale autore di numerosi programmi a carattere musicale (tra cui «Speciale Pop» e «Sanremo Segreta»).

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto