i risarcimenti

Torrente Pontone, nel vertice in Prefettura le azioni per evitare altri disastri

I sindaci VIlla, Mitrano e Fargiorgio: "La Regione finanzi subito messa in sicurezza e opera strategica"

LATINA – In un vertice convocato dal Prefetto di Latina Maurizio Falco è stato fatto il punto della situazione dopo l’esondazione di domenica scorsa del torrente Pontone, a causa delle straordinarie  piogge dei giorni scorsi. Nel corso dell’incontro che si è tenuto con i sindaci di Formia, Gaeta ed Itri e alla presenza del presidente della Provincia di Latina Carlo Medici, i primi cittadini Villa, Mitrano e Fargiorgio, hanno individuato, attraverso un cronoprogramma, le azioni da intraprendere, chiedendo un finanziamento regionale immediato finalizzato alla pulizia e messa in sicurezza degli argini del torrente e la messa in sicurezza infrastrutturale con un finanziamento regionale inserito tra le opere strategiche della Regione Lazio.

Il prefetto ha manifestato l’attenzione e la vicinanza, non solo istituzionale, al territorio e a tutte quelle famiglie che hanno subito maggiormente il disagio a seguito dell’alluvione. Tra le richieste da inoltrare alla Regione verrà quindi sottolineata la necessità di accogliere anche quella di risarcimento danni avanzata da diversi abitanti della zona.

Succede nel giorno i cui sono rientrate nelle abitazioni anche le famiglie di Gaeta evacuate lunedì scorso dopo l’esondazione avvenuto all’alba di domenica.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto