il bollettino

Covid-19, altri 354 casi a Latina e provincia. Quattro i pazienti deceduti

Secondo peggior dato di sempre per il territorio

LATINA – Latina conta oggi altri 354 nuovi casi di Covid, il secondo peggior dato di sempre. Quattro i decessi al Goretti di pazienti di Aprilia, Latina, Castelforte e Cisterna. Con i nuovi parametri più restrittivi fissati dal Governo centrale quanto a Rt e Prevalenza, se il conteggio fosse anche locale e non solo regionale, la provincia di Latina sarebbe senza esitazione zona rossa.

Quanto a contagi, oggi  sono i piccoli Comuni a preoccupare di più: Maenza 20, Sonnino 22, di nuovo elevato il dato di Sezze con 23, a Castelforte, 17.

COMUNE PER COMUNE – Aprilia 23, Bassiano 1, Castelforte 17, Cisterna 11, Cori 10, Fondi 18, Formia 21, Gaeta 11, Itri 1, Latina 44, Lenola 5, Maenza 20, Minturno 6, Monte San Biagio 3, Norma 2, Pontinia 16, Priverno 16, Prossedi 1,  Roccagorga 10, Roccasecca dei Volsci 1, Sabaudia 5, San Felice Circeo 11, Sermoneta 1, Sezze 23, Sonnino 22, Spigno Saturnia 1, Terracina 54.

I guariti sono stati 197.

Dedica un post agli operatori sanitari dell’Ospedale Santa Maria Goretti di Latina, Emiliano Coletta, medico  e figlio del sindaco di Latina Damiano Coletta,  impegnato nei reparti Covid dell’ospedale civile di Latina: “Un’esperienza tosta, specialmente all’inizio, ma che adesso, in virtù di un lavoro di squadra ben coordinato, è sicuramente meno complicata – scrive –  Non posso negare che a Marzo nei reparti c’era un clima di terrore, preoccupazione ed incertezza. Oggi invece si lavora diversamente, consapevoli di noi stessi e delle armi a nostra disposizione, con la capacità di donare un sorriso a chi in questo momento sta soffrendo”.

NEL LAZIO – Nel Lazio su oltre 13 mila tamponi (+3.373) son emersi 1.719 CASI POSITIVI (+385), 72 sono stati i decessi (+49)  e +1.416 i guariti. “Aumentano i casi, i decessi e i ricoveri, mentre diminuiscono le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è sempre al 13%. La curva tende ad aumentare e bisogna mantenere il massimo rigore”, è l’appello alla popolazione dell’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato.

Per la prima volta l’Unità di Crisi della Regione Lazio dà anche la percentuale positivi-tamponi includendo i test antigenici. In questo modo il dato scende dal 13 al 4,6%.

Le dosi di vaccino anti Covid somministrate ad oggi –  5 gennaio  – sono state  37149.

13 Commenti

13 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto