24 APRILE

Nelle Grotte di Palazzo Caetani a Cisterna c’è Shake, remix delle opere di Shakespeare

Torna in scena l’Acting Lab della scuola d’arte Non Solo Danza

CISTERNA – Domenica 24 Aprile a cominciare dalle ore 17,00 con quattro repliche consecutive,  fino alle ore 19,15 l’Acting Lab della scuola d’arte Non Solo Danza torna in scena con Shake, un remix di sette delle opere più importanti di William Shakespeare.

Dopo il successo registrato nelle stanze del Castello Baronale di Maenza, Shake  rivive in una nuova ambientazione, «le grotte e i sotterranei del palazzo costruito dai Caetani a metà del ‘500 costituiscono l’ambientazione ottimale per molte delle opere del grande autore – afferma Simone Finotti  insegnante e responsabile dell’Acting Lab –  lo spettacolo, itinerante, sarà l’occasione non solo di conoscere alcune delle opere più importanti di Shakespeare, ma anche di visitare le grotte che racchiudono, fra le volte, più di quattro secoli di storia Ringrazio l’amministrazione comunale di Bassiano che ha messo a disposizione i costumi teatrali per la rievocazione storica e rivolgo un sentito grazie all’amministrazione di Cisterna per aver voluto ospitare, nel mio paese uno spettacolo che metterà sotto i riflettori diversi edifici del territorio nazionale; ci tenevamo in modo particolare a portarlo nella mia città, per promuovere le nostre bellezze storiche».

Si comincia con le parole del “Bardo” interpretate da un “Uomo” che rappresenta l’essenza pensiero Shakespeariano, ci si tuffa nella “tragedia di Macbeth” e si resta con il fiato sospeso per il dialogo che fa rivivere la complicità fra “Emilia e Desdemona”. Ma  c’è anche la follia di “Ofelia”, la bellezza e la sfrontatezza di “Cassio” , la frivolezza, la lussuria e la  gelosia de “Le allegre comari di Windsor” e ovviamente l’amore degli amori, “Romeo e Giulietta”. Shake spettacolo itinerante che prende il via dal chiostro del Palazzo per poi proseguire nei sotterranei dove prenderanno vita le rievocazioni Shakespeariane in una chiave completamente nuova. I personaggi classici saranno intrecciati a storie moderne, il pubblico sarà accompagnato nella storia da un  “Caronte Virtuale”. Voci e video appariranno sui telefoni del pubblico attraverso la scansione di QR Code che chiuderanno allo spettacolo. Gli spettatori si atterranno ad un percorso, così da potere, contemporaneamente, assistere allo spettacolo e godere delle bellezze del Palazzo e delle sue grotte finalmente riaperte al pubblico dopo quattro anni di chiusura.

Il pubblico sarà diviso in gruppi, si comincia alle ore 17.00 di domenica 24 aprile e si prosegue, no stop, fino all’ultimo gruppo che partecipa all’ultima replica con inizio alle ore 19,15. In scena Marilena Amodeo, Stella Aversano, Federica Buglione, Marco Campoli, Samantha Centra, Federica Coruzzolo, Michele Guarino, Giorgia Peloso, Silvia Pucci, Isabella Rahimi, Giulia Ronci, Andrea Simonelli, Valerio Valle la regia è di Simone Finotti.

L’evento organizzato da Scuola D’Arte FAP e prodotto dall’ Associazione “La macchia” in collaborazione con Acting Lab  è ad ingresso gratuito ma su prenotazione al 324.9023870 – 328.0559096 oppure al link: www.macchiaeventi.prenotime.it

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto