cronaca

Latina, cenere e fumo in città: incendio alle spalle della lottizzazione Cucchiarelli

Sul posto i vigili del fuoco e un mezzo aero della protezione civile hanno domato il rogo

LATINAAGGIORNAMRENTO ORE 15,30 

E’ stato messo sotto controllo dai vigili del fuoco del comando provinciale di Latina anche grazie all’intervento di un mezzo areo della protezione civile, l’incendio divampato poco dopo mezzogiorno di oggi nel boschetto alle spalle della Lottizzazione Cucchiarelli. Le fiamme sostenute dal vento hanno messo in pericolo le abitazioni e i residenti sono usciti dalle case dandosi anche da fare con mezzi propri per evitare  danni alle abitazioni. Si procede ora con la bonifica dell’area. La zona colpita è stata quella di Via Calabria, Via Piemonte e Via Umbria.

FLASH ORE 13 – Dispositivo di emergenza in atto per un incendio partito dal boschetto di eucalipti che si trova alle spalle della lottizzazione Cucchiarelli, all’altezza di Via Toscana la situazione più critica, con le fiamme che minacciano le abitazioni del quartiere  residenziale. Fumo e fiamme per una scena simile a quella vista lo scorso anno quando un  rogo partito da un’area limitrofa all’attuale, ha percorso mezza città passando vicino a scuole, abitazioni e uffici.

Anche in questo caso le fiamme sono sostenute dal vento che sta trasportando fumo e cenere verso il centro della città. Sul posto per scongiurare l’espandersi del rogo, stanno operando vigili del fuoco e protezione civile. E si è aperto nel giro di poco anche un secondo fronte del fuoco.

La stagione degli incendi quest’anno è partita in salita, con un incremento degli interventi preoccupante. Solo nella giornata die ieri 4 luglio nel territorio del Lazio si sono verificati 100 eventi di incendio.

(nella foto in homepage la sala operativa del vigili del fuoco in sala operativa, il suo compito è raccogliere le informazioni utili alla squadra per individuare il luogo e prepararsi a gestire l’intervento. Qui la colonna di fumo dell’incendio visibile da Palazzo M )

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto