la nota

Aprilia, dopo le minacce all’Anpi, il sindaco Terra invita ad abbassare i toni

"La Festa della Liberazione deve unire"

Nella foto del Comune di Aprilia il sindaco Terra (con la signora Ravizza Garibaldi)

Nella foto del Comune di Aprilia il sindaco terra con la signora Ravizza Garibaldi

APRILIA – Alla vigilia delle celebrazioni del 25 Aprile, durante le quali ricorrono la 71° Festa Nazionale della Liberazione e l’80° Anniversario della Fondazione di Aprilia, e con riferimento alle minacce rivolte da un gruppo di estrema destra all’ Associazione Nazionale Partigiani Italiani , il Sindaco Antonio Terra cerca di spegnere gli animi.

“Il 25 Aprile – scrive in una nota – è una giornata che deve unire e non dividere la nazione italiana, perché è in questo giorno che settantuno anni fa il popolo è uscito dalla guerra, là sì stremato e purtroppo diviso, ma in pace e in democrazia. Ritengo che in nome dei principi fondanti la Festa della Liberazione, così come la nostra Carta Costituzionale, si debba riconoscere a chiunque la libertà di manifestare liberamente e civilmente il proprio pensiero. Ciò premesso, ritengo altresì che vadano sempre e comunque condannati i toni accesi e le manifestazioni di violenza deliberatamente poste in essere con ogni mezzo”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto