la decisione

Latina, l’orma di dinosauro di Rio Martino andrà a Fogliano

D'Achille: "Accordo con Parco del Circeo e Comune di Terracina per fruizione e tutela"

LATINA –  L’orma di dinosauro del Cretaceo scoperta alla fine del 2014 a Rio Martino andrà a Villa Fogliano. Non al Procoio di Borgo Sabotino (come si era ipotizzato in un primo momento) ma nel Parco Nazionale del Circeo dove avrà una maggiore visibilità e garanzie di conservazione. Lo spiega Fabio D’Achille  presidente della Commissione Cultura del Comune di Latina ad un anno e mezzo dall’avvio delle procedure che inizialmente avevano visto “concorrenti” il comune di Latina e quello di Terracina da cui proviene con ogni probabilità l’orma presente su un blocco calcareo, segnalata dal fotografo Bruno Tamiozzo e studiata dai ricercatori della Sapienza Stefano Panigutti, Marco Romano e Paolo Citton. Un ritrovamento di cui ha parlato anche il National Geographic.

L’accordo, che arriva dopo un anno e mezzo dall’avvio della procedura, mette insieme Enti e istituzioni per la fruizione e la protezione del bene. “Il reperto in sostanza resta alla città di Latina  – spiega D’Achille – in un luogo in cui potranno vederlo tante persone che già frequentano l’area. C’è anche l’ impegno del Parco del Circeo per la sua valorizzazione e dei carabinieri Forestali per gli aspetti che riguardano la sua protezione”.

ASCOLTA D’ACHILLE

 

5 Commenti

5 Commenti

  1. Carlo Montefusco

    Carlo Montefusco

    2 Gennaio 2019 alle 10:43

    Bruno Tamiozzo

  2. Bruno Tamiozzo

    Bruno Tamiozzo

    2 Gennaio 2019 alle 10:57

    Io sono come San Tommaso…. e fino a quando non vedrò il masso da qualche parte, sano e salvo, per me saranno e continueranno ad essere solo chiacchiere, come lo sono state fino ad oggi. Avrei dovuto pagare 50€ per l’affitto di un muletto, caricare il masso e depositarlo in giardino, sarebbe stata la cosa più saggia e “conservatrice” da fare.

    • Luca Cardello

      Luca Cardello

      2 Gennaio 2019 alle 13:20

      sono passati diversi anni ormai dalla scoperta tua e di Stefano Panigutti e altri dalla segnalazione Sempre Verde Pro Natura – Latina. Ricordo che scrissi con il contributo di Stefano Panigutti, Giancarlo Bovina e Marco Loreti il progetto per la valorizzazione del blocco a impronte al Procoio. Il progetto lo scrissi per SV e gratuitamente regalato a nome dell’Associazione al comune di Latina e venne approvato dalla commissione cultura per candidare latina ad avere la custodia del reperto. Da che mi risulta, Fogliano non ha la struttura museale che risponda ai criteri di sicurezza e valorizzazione ma meglio che stia lì al momento prima di una sua collocazione definitiva e a norma. Continuiamo a Lottare

  3. B.T.

    2 Gennaio 2019 alle 11:01

    Io sono come San Tommaso…. e fino a quando non vedrò il masso da qualche parte, sano e salvo, per me saranno e continueranno ad essere solo chiacchiere, come lo sono state fino ad oggi. Avrei dovuto pagare 50€ per l’affitto di un muletto, caricare il masso e depositarlo in giardino, sarebbe stata la cosa più saggia e “conservatrice” da fare.

  4. Sempre Verde Pro Natura - Latina

    Sempre Verde Pro Natura - Latina

    2 Gennaio 2019 alle 11:13

    Fieri di aver avviato e sostenuto il discorso per la conservazione di un tassello così importante del patrimonio geonaturalistico del nostro territorio donando al comune di latina la memoria che ha permesso l’affidamento allo stesso per la conservazione del bene nel 2016.
    #dinosauroMartino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto