i dati Ecolamp

Rifiuti, Latina ha riciclato in sei mesi 6 tonnellate di lampadine

La raccolta dei RAEE aumenta invece nel Lazio che nella prima metà del 2019 ha raccolto 120 tonnellate

LATINA – Cresce la raccolta dei Rifiuti Elettrici ed Elettronici nel Lazio con Roma che si conferma seconda nella classifica nazionale con 56 tonnellate di lampadine e 51 di piccoli elettrodomestici raccolti. Lo dice Ecolamp consorzio nazionale di riciclo dei RAEE, rendendo noti i dati del primo semestre 2019 che registrano un incremento dell’11% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Sono i rifiuti speciali come cellulari, pc, tv,  altri piccoli elettrodomestici oltre alle lampadine, quando non vengono buttati nei cassonetti o a ingrossare mini-discariche abusive, ma avviati al riciclo. Fortunatamente lo fanno sempre più imprese e privati.

Il dato complessivo della regione racconta che nel primo semestre del 2019 il Lazio ha raccolto in totale 120 tonnellate di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE). Di questi, 51 tonnellate provengono da piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo e apparecchi di illuminazione giunti a fine vita e 69 tonnellate sono di sorgenti luminose esauste. Per quanto riguarda proprio la raccolta delle lampadine, il Lazio si conferma quinto nella classifica nazionale. Con 56 tonnellate di lampadine raccolte, peccato però che Latina non cresca: Roma è seconda tra le province nella classifica nazionale, mentre a livello regionale, migliora la raccolta a Frosinone che passa fa 3 a 5 tonnellate, mentre il capoluogo è stabile con 6 tonnellate.

«In questi primi sei mesi dell’anno il consorzio registra ancora una volta un incremento della raccolta a doppia cifra – dichiara Fabrizio D’Amico, Direttore Generale del consorzio Ecolamp – un segnale positivo che conferma il crescente contributo al corretto conferimento dei RAEE sia dei cittadini che dell’utenza professionale. Un risultato che deve spingere a raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi per alimentare un’economia circolare di cui Ecolamp intende essere protagonista».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto