wake up

Muri come tele, l’arte riqualificherà le nuove autolinee di Latina

Già al lavoro Helen Bur e Kariokasi. Domani il Centro Donna Lilith presenterà il progetto

LATINA – Sono al lavoro Helen Bur e Kariokasi le due street artist, la prima arrivata ieri da Londra, la seconda originaria di Latina, che dipingeranno le loro opere sul tema della violenza di genere sulle pareti spoglie di alcuni edifici delle nuove autolinee del capoluogo nell’ambito del progetto Wake Up promosso dal Centro Donna Lilith e realizzato nell’ambito di POst (progetto Opere di Strada) che ha censito spazi urbani abbandonati da riqualificare attraverso l’arte.

Grazie alla tregua concessa dalla pioggia la Bur, sta disegnando le griglie preparatorie sul muro che diventerà la sua tela e dove, grazie anche ad un mezzo meccanico in grado di sollevarla una decina di metri da terra, lavorerà a partire da oggi e fino a domenica (17 novembre). A poca distanza ha iniziato il suo lavoro anche l’artista pontina Kariokasi, alla sua prima opera nella sua città. “Entrambe hanno deciso di abbracciare il nostro progetto per poter attraverso le loro opere, sensibilizzare la cittadinanza tutta, ed in particolare le nuove generazioni, alla tematica della violenza di genere”, dicono gli ideatori di POst.

“Far uscire dai luoghi abituali la tematica della violenza di genere per noi è molto importante in quanto si prova a far prendere consapevolezza del fenomeno la popolazione tutta per far emergere all’esterno un fenomeno che molto spesso è ancora relegato tra le mura domestiche, così da poter essere ognuno ed ognuna di noi un agente di cambiamento e di svelamento”, sottolinea Francesca Innocenti presidente di Donna Lilith.

Maggiori dettagli sul progetto saranno illustrati domani (14 novembre) presso la sede dell’associazione Donna Lilith in via Fratelli Bandiera 34, dove interverranno l’assessore alla cultura, turismo e sport Silvio Di Francia, l’assessora alle politiche di welfare e pari opportunità Patrizia Ciccarelli e l’assessore decoro, Emilio Ranieri.

I nuovi murales saranno inaugurati il 25 novembre.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto