in commissione

Dibattito sulla gestione del D’Annunzio, D’Achille: “Pronti a rivedere la delibera”

Previsti un ciclo di incontri con intellettuali e lavoratori del settore

Shares

LATINA – Mentre la strada per la riapertura del teatro di Latina  sembra ancora lunga, con le nuove prescrizioni indicate dal vigili del fuoco perché la struttura sia a norma, ferve il dibattito sull’utilizzo  del D’Annunzio. Se ne è parlato oggi in commissione Cultura e il presidente Fabio D’Achille ha annunciato che sarà proprio l’organismo consiliare a ospitare “un ciclo di incontri con gli intellettuali della città e con gli addetti ai lavori dello spettacolo, per ascoltarli alla luce del nuovo dibattito che si è creato nelle ultime settimane in città a seguito dell’ulteriore attesa per la riapertura del teatro comunale”.

“Mi sono sentito in dovere di ascoltare tutte le voci. Il dibattito che si è sviluppato intorno al teatro e al palazzo della cultura è molto bello e va stimolato: con il confronto possono esserci soltanto passi avanti”.

La maggioranza di Latina Bene Comune, come è emerso dalla commissione, alla quale hanno partecipato anche gli assessori Emilio Ranieri e Silvio Di Francia, è pronta anche a rivedere la delibera di indirizzo sulle modalità di utilizzo del teatro e del palazzo della cultura già votata in consiglio comunale quattro anni fa.

“Se le condizioni sono cambiate, lo vedremo insieme e se necessario voteremo una nuova delibera – spiega D’Achille – Dalla commissione di oggi sono emerse almeno due importanti esigenze: la prima, come appunto detto, di un nuovo confronto sul futuro culturale della città, del quale la commissione si sta facendo carico con il supporto di tutti i suoi componenti; la seconda, di rendere accessibile il Palacultura a centri di formazione e associazioni, imprese culturali, con la possibilità di concedere gratuitamente gli spazi. Una enorme novità che lo renderebbe vivo negli anni a venire, come ha sottolineato lo stesso assessore alla cultura”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto