su radio Immagine

Michele e Mia, ecco chi sono i volontari del salvataggio in mare intervenuti a Sperlonga

Errera: "Hanno una forza in acqua incredibile, sentono la corrente e per loro il gioco più bello è riportare"

SPERLONGA – Mia non ha chiuso occhio domenica notte, troppa adrenalina in corpo ancora da smaltire per la Labrador chocolate che a Sperlonga ha partecipato al salvataggio di tre famiglie in difficoltà su canotti e materassini trascinati a largo dalla corrente, a oltre 100 metri dalla spiaggia. Tutto è finito per il meglio con aggiunta di abbracci e carezze da parte degli otto bambini messi al sicuro dalle Unità Cinofile speciali della Scuola Italiana Cani di Salvataggio.

Mia era la più esperta del gruppo, cinque anni di attività grazie a un Dna che non mente mai e alla forza delle sue zampe palmate. Si è mossa dalla spiaggia gettandosi in mare con il suo padrone e conduttore, Michele Errera, secondo un protocollo sperimentato coordinandosi con Vito e il suo Eros e con Luigi e Myra, ognuno su un obiettivo. E hanno riportato a riva 14 persone.

Abbiamo chiesto proprio a Michele, chi sono questi cani e come sono stati addestrati. Ne abbiamo parlato con lui su Radio Immagine. “Prima di tutto sono i nostri cani, i cani di casa, e ora Mia è qui davanti a me che chiede un biscotto. Ma hanno una forza in acqua incredibile, sentono la corrente e per loro il gioco più bello è riportare. Noi lo sfruttiamo, loro ci salvano”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto