13 OTTOBRE

Il Campus celebra Dante e Roffredo Caetani con cinque pezzi pianistici di raro ascolto

Nel video "La commedia di un musicista" l'omaggio al Sommo e al compositore

LATINA – Nell’anno del settimo centenario della morte di Dante Alighieri, la Fondazione Campus Internazionale di Musica ha voluto ricordare anche il 150° anniversario della nascita di Roffredo Caetani, appassionato musicista, nato il 13 ottobre 1871. L’ultimo duca di Sermoneta è figura di rilievo nella storia del Campus. Dall’omaggio della figlia Lelia al padre compositore, sono nati all’inizio degli anni Sessanta il Festival Pontino e i Corsi di perfezionamento musicale di Sermoneta.

Le due importanti ricorrenze sono celebrate nel video “La commedia di un musicista” realizzato dal Campus con il contributo della Regione Lazio e la collaborazione della Fondazione Roffredo Caetani di Sermoneta e della Fondazione Camillo Caetani di Roma.

La commedia di un musicista è una composizione di Roffredo Caetani del 1937; un ciclo di cinque pezzi pianistici di raro ascolto, eseguiti sul pianoforte che si trova nel Municipio di Ninfa da Alfonso Alberti (nella foto, nel Giardino di Ninfa_crediti Cesare Galanti), che ne aveva dato un’anticipazione lo scorso luglio durante uno dei concerti del Festival Pontino di Musica, eseguendo nello splendido Giardino il brano di apertura della composizione dal titolo Il viaggio imaginario.

Come ricorda Alfonso Alberti nella presentazione del video che precede l’esecuzione, Dante è molto presente nella tradizione culturale della famiglia Caetani. Roffredo doveva averlo letto e respirato. La Commedia di un musicista, il cui manoscritto si trova nell’Archivio della Fondazione Camillo Caetani di Roma, è pieno di rimandi alla Commedia di Dante e il viaggio immaginario echeggia continuamente nell’opera.

Il video sarà on line sul canale YouTube della Fondazione Campus Internazionale di Musica https://www.youtube.com/watch?v=KjKlxtQzfxE  , delle ore 15 di mercoledì 13 ottobre, data del 150° compleanno di Roffredo.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto