la novità

Latina, quattro rate per pagare la Tari: da marzo a dicembre

Dal 31 marzo tre rate di acconto e una a conguaglio

LATINA – Detto, fatto. Cambia la tempistica di riscossione della Tari da parte del Comune di Latina. Lo aveva anticipato l’assessore al Bilancio, Massimo Mellacina, ieri con una delibera approvata dalla Giunta comunale è stato stabilito che per l’anno 2022 il versamento della Tari viene suddiviso in quattro rate, di cui le prime tre in acconto, nella misura corrispondente al 75% dell’importo e calcolate sulla base delle tariffe dell’anno precedente, il 2021. La rimanente quarta rata sarà a conguaglio, calcolata sulla base delle tariffe relative all’anno di competenza 2022, che devono essere ancora approvate e che secondo la vigente normativa possono essere applicate solo a far data dal 1 dicembre. Resta la possibilità di pagare con un unico F24 l’importo complessivo delle tre rate di acconto.

Le nuove scadenze del 2022 sono fissate: il 31 marzo, prima rata di acconto o rata unica di acconto; il  30 giugno e il 15 settembre, rispettivamente la seconda e terza rata di acconto; infine il 15 dicembre, la quarta rata a saldo. (Prima si pagava l’intero importo tra la fine di novembre e la fine di dicembre).

“La scelta di rimodulare numero e scadenze delle rate di pagamento della Tari ha come obiettivo quello di conciliare l’esigenza di agevolare i contribuenti tramite una suddivisione in più rate del versamento annuale, considerata anche la particolare situazione derivante dalla pandemia, con l’esigenza di non procrastinare eccessivamente il primo versamento del tributo, al fine di dare adeguata copertura ai pagamenti contrattualmente dovuti al gestore del servizio di raccolta rifiuti”, si legge in una nota del Comune di Latina.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto