Gruppo Redi

L’importanza della prevenzione: il tumore alla mammella

Da RediMedica la tomosintesi mammaria 3D

Il tumore della mammella rappresenta il tumore diagnosticato più frequentemente nelle donne nella fascia di età tra i 49- 70 anni di età (30% delle neoplasie).

Attualmente la sopravvivenza a 5 anni delle donne con tumore della mammella in Italia è pari all’85,5% (maggiore rispetto alla media europea).

E’ pertanto fondamentale combattere questa patologia attraverso l’arma della sensibilizzazione allo screening per ottenere una diagnosi precoce.

Eseguire esami di screening infatti aiuta noi donne a riscontrare una possibile patologia in fase precoce in assenza di sintomi o di manifestazione clinica evidente.

In particolare è di fondamentale importanza istruire e sensibilizzare tutte le donne, comprese le giovani donne (< 45 anni) ad eseguire controlli senologici periodici, anche in assenza di sintomi, ed a valutare la presenza di possibili fattori di rischio.

Controlli periodici

Le donne di età superiore ai 39 anni dovrebbero cominciare ad eseguire visite senologiche ed esami mammografici annuali. Nelle donne che mostrano un’elevata densità del tessuto mammario, il radiologo consiglierà di completare la visita senologica con un’ecografia mammaria.

Nell’età compresa tra i 30 ed i 40 anni è consigliabile eseguire periodicamente una visita senologica seguita dalla sola ecografia mammaria. In questa fascia d’età sarà premura del radiologo considerare il beneficio di un esame mammografico aggiuntivo.

E’ infine importante conoscere se si è a rischio elevato di sviluppare un tumore al seno rispetto alla popolazione generale, comunicando al clinico senologo di riferimento la presenza di eventuali casi di tumore in famiglia. Nelle donne con accertato incremento del rischio, a partire dai 35 anni si consiglia di anticipare l’inizio della mammografia annuale e di associare esami ecografici ogni 6 mesi.

Prevenzione

In Italia l’incidenza, in costante crescita, è pari a 50.000 nuovi casi all’anno, con una mortalità del 15% delle morti per tumore nelle donne.

Nonostante ciò, i programmi di prevenzione ed i progressi diagnostici hanno reso più frequente la diagnosi precoce dei tumori non palpabili della mammella, rendendo questa patologia sempre più curabile. La probabilità di guarigione infatti è pari al 70-80% se il tumore è diagnosticato precocemente.

In Italia il trend di incidenza del tumore mammario è in leggero aumento (+0.9% per anno), mentre si osserva una continua tendenza alla diminuzione della mortalità (-2.2% per anno) (AIOM2017).

Presso il nostro centro e’ possibile effettuare la tomosintesi mammaria 3D, strumento diagnostico del tutto innovativo che garantisce tempi di esposizione molto brevi e dosi di radiazioni assorbite ridotte. Tale tecnologia e’ estremamente efficace sia in fase di screening sia di follow-up.

Il grande vantaggio rispetto alla mammografia tradizionale e’ la possibilità di studiare la mammella

nella terza dimensione (la profondità) svelando lesioni che altrimenti risulterebbero mascherate e garantendo una elevata qualità delle immagini acquisite, un’identificazione precoce e una diagnosi affidabile.

A tal proposito per il mese di ottobre Presso il Polidiagnostico Nettuno in Via A. Diaz (Palazzo di Vetro Nettuno ) è possibile effettuare la Visita Senologica, Mammografia con Tomosintesi Eco Mammaria al costo di 130 €; ogni martedì di ottobre e novembre dalle 15.30 alle 19.00.

 #grupporedi #rediperte per info contattare il n. 06 97858703

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto