l'intervista

Latina Calcio, Mancini si rifà vivo: “Mi presento alla prossima asta”

Nuovo colpo di scena nella vicenda della vendita del club nerazzurro: "Il progetto va avanti ma con la retrocessione non ci possiamo più permettere quelle somme"

LATINA – “Ci presenteremo alla prossima asta, il progetto di acquistare il titolo sportivo del Latina Calcio non è affatto tramontato, la mia non è una ritirata, significa solo non buttare via soldi che ci serviranno per proseguire nel nostro progetto”.

Benedetto Mancini riaccende il telefono spento da ieri sera e dichiara di non aver fatto il bonifico di 648mila euro su consiglio dei consulenti finanziari, ma che non intende arretrare e rilancia: “Dopo l’addio alla serie B non c’era più fretta di comprare il titolo sportivo. Attenderò le decisioni della curatela e deciderò quando presentare la mia nuova offerta. Meglio perdere 72 mila euro di cauzione che acquistare un titolo di Lega Pro a quelle somme”.

ascolta

Inutile dire che l’atteggiamento di Mancini è spiazzante e lascia margini per domandarsi se non potrebbe anche esserci un profilo penale per turbativa d’asta nel caso in cui dopo essersi ritirato una volta, presenti una nuova offerta. C’è solo da aspettare.

L’ALTRA OPZIONE: NESSUNA OFFERTA – Intanto è chiaro che se l’offerta non arriverà il Latina Calcio rischia di finire in serie D e potrebbe anche sparire dalla mappa del calcio italiano. I due curatori fallimentari Pietricola e Loreti stanno revocando in queste ore l’aggiudicazione del club a Mancini per preparare gli ultimi due esperimenti d’asta previsti dal primo calendario.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto