di e con Licia Pastore

I Nostri Libri. Venti storie di chi “Non voleva morire così”

Intervista a Pier Vittorio Buffa

Licia Pastore conduce I Nostri Libri

LATINA – “Ho ricostruito la vita di persone richiuse nel carcere di Santo Stefano che non volevano morire così, lontano da tutti. Una ventina di storie di cui sono riuscito a trovare tracce consistenti. Molti sono sconosciuti, altri meno”. Come Gaetano Bresci, l’uomo che uccise Umberto I e che morì ufficialmente impiccato a Santo Stefano, ma che molto più probabilmente fu ucciso dalle guardie carcerarie.

Pier Vittorio Buffa, giornalista e scrittore, racconta in questa intervista il suo ultimo lavoro (ed Nutrimento)  una raccolta di storie di vita e di morte che arrivano da Santo Stefano e da Ventotene. “A Santo Stefano gli ergastolani morti nel carcere e in parte sepolti sull’isola. A Ventotene i confinati che hanno lottato contro il fascismo, per la libertà, per la nascita di un’Italia libera e democratica, ma che non hanno potuto vedere il frutto del loro sacrificio”.

PODCAST  

1 Commento

1 Commento

  1. Umberro

    14 Dicembre 2017 alle 2:26

    sempre molto interessante. Quante storie in quel carcere e quanta storia in quelle sue isole. Non sapevo non ci fossero finestre verso il mare, sepolti vivi!.. che assurdità!
    grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto