E nessuno rispetta la segnaletica

Latina, controlli con il Munipol, 100 veicoli trovati senza revisione e assicurazione

La polizia municipale su via Don Torello. Il comandante Passaretti: "Non dite che siamo fantasmi, siamo 70 per 130 mila cittadini"

LATINA – Poco meno di 100 veicoli sono stati trovati privi di assicurazione e di revisione nel corso dei controlli svolti questa mattina dalla polizia locale di Latina su Via Don Torello nei pressi della rotatoria del Piccarello grazie al dispositivo elettronico Munipol 193. Basta un click sulla targa e gli agenti si collegano alle banche dati assicurative e ministeriali e sono in grado di scoprire se il veicolo è stato sottoposto a revisione e se è assicurato.

IL BILANCIO – Il bilancio è stato il seguente: 11 contestazioni per mancata revisione e 2 per mancanza di assicurazione oltre a 80 inviti rivolti ad altrettanti automobilisti non in regola, nei casi in cui non è stato possibile effettuare la contestazione immediata. Questo significa che gli ottanta automobilisti, entro 5 giorni, dovranno presentare la documentazione al Comando di Polizia Locale e, se si verificherà  – come sembra dalle rilevazioni del Munipol – che la stessa non è in  regola, sarà elevata la sanzione relativa. Nel caso in cui la regolarizzazione avvenisse dopo il controllo, ma prima della presentazione presso il comando di polizia municipale, allora scatterà la sanzione, ma non il sequestro dell’auto.

IL MUNIPOL PER PREVENIRE – “Stiamo cercando di incentivare l’uso di questo strumento non solo per la repressione delle violazioni, ma anche come forma di sensibilizzazione, avvertendo sul sito del Comune quando e dove saranno effettuati i controlli, per spingere gli automobilisti a mettersi in regola”, spiega il Comandate della Polizia locale Francesco Passaretti. Cosa che si rivela più facile per le mancate revisioni, spesso dovute a distrazione, meno per le assicurazioni che nella maggior parte dei casi non vengono pagate per questioni di portafoglio.

CELLULARI ALLA GUIDA  – Non serve il munipol per sanzionare l’uso del cellulare alla guida: “E’ un tipo di controllo che viene di solito svolto dalla pattuglia di m0tociclisti –  spiega Passaretti   – Una diffusa abitudine che è spesso causa di incidenti stradali anche con esito mortale”.

L’INFRAZIONE PIU’ RICORRENTE – Nè assicurazione, né revisione e nemmeno l’uso del cellulare raggiungono però la frequenza con cui viene rilevato il mancato rispetto della segnaletica stradale e della regola fondamentale della precedenza a destra agli incroci non regolati da altra segnaletica. Sono queste le infrazioni più frequenti, causa di numerosi incidenti sul territorio comunale di Latina. Ancora Passaretti

LA QUESTIONE DEI VIGILI FANTASMA – E’ inutile nascondere che i vigili sono spesso bersaglio di dure critiche. Li si considera così essenziali per promuovere e garantire il rispetto delle regole (dunque anche una qualità della vita migliore) che li si vorrebbe molto più presenti. Vigili per chi getta la carta a terra, vigili per chi danneggia un bene comune, vigili per chi parcheggia davanti agli scivoli. Si invocano i vigili per chi lascia gli escrementi dei cani a terra e per chi parcheggia sulle strisce pedonali, quando c’è traffico e quando un automobilista passa con il rosso. La diffusa convinzione invece è che siano fantasmi.

“Siamo 70 agenti per 130mila abitanti, meno di 35 per turno, e meno ancora se i turni diventano tre. Io capisco i cittadini – conclude il Comandante Passaretti – ma è bene sempre tenere a mente questi numeri per capire che non si tratta di essere poco visibili. L’organico è totalmente sottodimensionato”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto